Il processo Ruby Ter è stato rinviato di un mese. L’udienza prevista per la prossima settimana è slittata di quasi un mese su richiesta del legale dell’imputato Silvio Berlusconi. Un rinvio chiesto per ragioni legate alla pandemia ma anche di “opportunità” legata alla concomitanza con l’elezione del Presidente della Repubblica. La richiesta è venuta appunto dal legale del Cavaliere Federico Cecconi “in punta di piedi e con una forma di malcelato imbarazzo”. Una richiesta che se motivata da ragioni di opportunità non è “da prendere in considerazione” secondo la procuratrice Tiziana Siciliano. Al termine dell’udienza il Tribunale ha concesso il rinvio spostando l’udienza al 16 febbraio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ruby ter, ancora rinviato il processo per Berlusconi. La difesa chiede di valutare “l’opportunità” in vista delle elezioni per il Quirinale

next
Articolo Successivo

Carceri, Cartabia in Senato: “Sovraffollamento al 114%, è il più grave dei i problemi”. Polizia Penitenziaria: “Allarme contagi Covid”

next