L’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano rinvia e riprogramma alcuni interventi non urgenti – per esempio quelli all’alluce valgo – per i pazienti che non hanno il green pass rafforzato. Quindi i non vaccinati. Questo perché “anche il non essere vaccinato è un elemento che espone a un rischio infettivo che non possiamo escludere”, ha spiegato il virologo e direttore sanitario della struttura Fabrizio Pregliasco. Per questo sono considerati alla pari di coloro che presentano altri tipi di fragilità. “Questi pazienti potrebbero determinare l’impegno della terapia intensiva, che dobbiamo mantenere il più possibile operativa, anche per i ricoverati Covid-19 positivi. Tali disposizioni sono per tutelare la salute di ogni paziente che afferisce all’ospedale e limitare i rischi correlati alla pandemia”.

In ogni caso “solo l’alluce valgo è quello che abbiamo un po’ posticipato – assicura il medico – tutto il resto lo stiamo facendo, tanto è vero che siamo pieni, saturi nei posti Covid. Abbiamo solo trovato una criteriologia per poter diluire nel tempo una serie di interventi che, anche se fatti con un ritardo, non creano problemi alla persona e gli riducono i rischi. Oggi non è il momento giusto per fare un intervento elettivo di alluce valgo a un soggetto fragile a prescindere se sia vaccinato o meno”.

“Sono al contrario garantiti a tutti i pazienti – ha aggiunto Pregliasco – tutti gli altri interventi non proscrastinabili, quali quelli di ortopedia oncologica, neurochirurgia oncologica, il trattamento di infezioni osteoarticolari e tutti gli interventi di traumatologia, nonché tutti gli accessi da Pronto soccorso”. Anche le “visite ambulatoriali sono garantite a tutti i pazienti, così come l’attività chirurgica ambulatoriale viene assicurata con la presentazione di un Green pass base, secondo le indicazioni ministeriali”.

In una nota l’Istituto Ortopedico Galeazzi si legge poi che l’ospedale “smentisce quanto affermato da Mario Giordano nella trasmissione ‘Fuori dal Coro‘ in onda ieri sera su Rete4, affermazioni riprese da La Verità, secondo il quale nel nostro ospedale verrebbero rifiutate le cure ai pazienti non vaccinati per Covid-19″. “A causa della situazione epidemiologica che l’ospedale sta affrontando e che – prosegue la nota – da fine dicembre a oggi evidenzia un incremento esponenziale di casi positivi Covid-19 tra pazienti ed operatori sanitari, è stato necessario riorganizzare l’attività complessiva”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aggressioni a Milano, Lamorgese: “Piazza era presidiata ma si sono mossi a cerchi concentrici. Fa pensare a un atto prestabilito”

next
Articolo Successivo

Regole Covid, i negozi dove da oggi serve il green pass. Atteso il nuovo Dpcm: verso deroga per il ritiro della pensione in posta

next