“La posizione del Pd è emersa chiaramente nell’ultima direzione: auspichiamo che si individui una personalità che possa garantire il Paese in un momento difficile come quello che stiamo vivendo. La candidatura di Berlusconi è un ostacolo al confronto”. Così il senatore dem, Andrea Marcucci, fuori da Palazzo Madama. “Liliana Segre? – continua Marcucci – Fare nomi in questa fase, rischia di essere un errore. C’è la necessità di un confronto ampio, ma detto questo la senatrice Segre è un nome indiscutibile e per questo non so se era opportuno farlo”.

Riguardo all’organizzazione della votazione e alla possibilità di far votare anche i grandi elettori positivi, il senatore del Partito democratico continua: “Ci sono gli organi che se stanno occupando e faranno le loro valutazioni. Noi siamo cittadini come gli altri, abbiamo un dovere costituzionale e dobbiamo mettere insieme l’esigenza di garantire il corpo elettorale per l’elezione per il presidente della Repubblica con il rispetto delle norme vigenti. Non è facile ma ci stanno provando”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Berlusconi al Quirinale? Gianni Letta tira dritto e non risponde. E poi dice: “Io il reale candidato? Ma per carità…”

next
Articolo Successivo

Berlusconi al Colle, non abbiamo influenza sui partiti ma possiamo esprimere il nostro sdegno

next