“Finalmente questo bastardo se n’è andato”. Parole di Nicolaus Fest, l’europarlamentare tedesco del partito di estrema destra Alternative für Deutschland, riferendosi al defunto presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, in una chat interna al partito. Lo riporta la rete televisiva pubblica tedesca Ard. In un post pubblicato su Facebook, Fest non smentisce la notizia e sostiene che “l’immagine che viene data di Sassoli nei necrologi è incompleta” e accusa lo scomparso presidente di avere “coperto” alcuni presunti scandali legati ad alcuni eurodeputati. Presunti scandali che “possono essere commentati in una chat interna con parole chiare”, rivendica. “È spiacevole – aggiunge – che degli screenshot di comunicazioni interne siano filtrati. Il lavoro politico, specie in una delegazione piuttosto piccola, si basa sulla fiducia reciproca”, conclude.

I toni del messaggio sono però in netto contrasto con la posizione pubblica del partito di Fest che per bocca del portavoce Joerg Meuthen aveva espresso le sue “più sincere condoglianze alla famiglia e ai suoi amici”, sottolineando come Sassoli è stato, “al di là della componente politica, un presidente del Parlamento giusto e una persona piacevole per il suo approccio umano”. Infatti, secondo quanto riporta ancora una volta Ard, lo stesso Meuthen ha preso le distanze dal collega di partito, affermando che “una simile affermazione su un collega appena morto dopo una grave malattia è inquietante e profondamente ripugnante“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

David Sassoli era una persona perbene con un’idea semplice (e di folle attuazione)

next