I Maneskin? Noi siamo innamorati di loro. So’ ragazzi de Roma, mi ricordano la mia giovinezza, mi ricordano quanto ho lottato per avere successo”, a parlare è Ivano Michetti de I Cugini di Campagna in un’intervista rilasciata al Corriere. Il gruppo musicale nato a Roma nel 1970 di recente è stato protagonista di un’accesa polemica riguardante gli outfit dei Maneskin, “rei” di “copiare” lo stile dei Cugini. “Pensavo che i vestiti uguali all’inizio fossero una coincidenza, ma all’ennesimo episodio ho pensato che lo facevano apposta, loro, i loro designer. Potevano venire nel nostro studio e gli avremmo dato i nostri costumi, avrebbero risparmiato tempo e denaro”, ha esordito. E non sarebbero gli unici, anche la diva Lady Gaga avrebbe preso ispirazione da loro: “Tre anni fa ho protestato fuori da Montecitorio per difendere le ragioni del prodotto italiano”.

Dopo l’episodio della notte di capodanno a L’anno che verrà su Rai 1, adesso Michetti ha voluto chiarire: “La ‘parodia’ di Zitti e Buoni entrerà nel nostro repertorio? Noi l’abbiamo fatta a nostro modo, con quei coretti è la fine del mondo, direi che abbiamo inserito un palese abbellimento alla canzone. Ce la chiedono tutte le tv, è piaciuta tantissimo“. Poi ancora sui Maneskin: “Oggi loro hanno un bel vantaggio, di questi tempi le case discografiche manco ci pensano a stampare un milione di dischi, sono le visualizzazioni che fanno fare i guadagni; ecco perché agli American Music Awards hanno cantato una cover come Beggin’, che gliene frega a loro”.

Ad unirli, secondo Michetti, anche gli esordi: “La nostra carriera è partita dalla Fontana di Trevi. Abitavo lì vicino, avevo 9 anni ed ero il classico bambino che prendeva i soldi nella fontana, con un filo trasparente per non dare nell’occhio e una calamita. Ecco l’analogia: io prendevo i soldi a Fontana di Trevi, a 100 metri da lì c’è via del Corso e i Maneskin“. Infine ha concluso: “Anche loro hanno iniziato così: prendevano le monete che i passanti gli davano come questua per le loro esibizioni di artisti di strada. È interessante questa analogia con loro, anche se la somma dei loro anni fa quasi la mia età”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Niki Antram, la mamma che gira il mondo tenendo il figlio disabile in braccio: “Lui è felice anche se non vede i colori e non parla”

next
Articolo Successivo

Sanremo 2022, Gianni Morandi resta in gara: video pubblicato per “un inconveniente dovuto alla necessità di portare un tutore alla mano destra”

next