Un piano dettagliato, 38 pagine in Power Point per architettare quello che sarebbe dovuto essere un colpo di Stato al fine di impedire il passaggio di consegne alla Casa Bianca tra Donald Trump e Joe Biden. È ciò che diversi senatori e membri dell’amministrazione del tycoon hanno ricevuto a pochi giorni dell’assalto a Capitol Hill del 6 gennaio scorso, come rivelato dall’ex capo dello staff della Casa Bianca, Mark Meadows, che ha consegnato l’incartamento alla commissione del Congresso che indaga sui fatti post-elettorali.

A preparare il piano per un golpe che sarebbe stato senza precedenti nella storia democratica statunitense, come riportano Guardian e New York Times, è stato un ex colonnello dell’esercito texano sostenitore della tesi delle elezioni rubate che prima dell’assalto a Capitol Hill lo ha fatto arrivare sulle caselle mail di diversi esponenti politici e governativi che, però, lo hanno ignorato. Nel testo intitolato Election Fraud, Foreign Interference & Options for 6 Jan si raccomanda all’ex presidente di dichiarare subito lo stato di emergenza per questioni di sicurezza nazionale al fine di ritardare la certificazione della vittoria di Joe Biden da parte del Senato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Alle elezioni cilene ci aspetta uno scontro epocale. Sono venuto a Santiago per assistere

next
Articolo Successivo

Usa, 19 tornado colpiscono sei diversi Stati: 5 vittime ufficiali, ma per il governatore del Kentucky sono “almeno 100”

next