Martedì sera, nell’ambito della mobilitazione NoTav per la ricorrenza dell’8 dicembre, un centinaio di antagonisti provenienti anche da altre città e coordinati dal centro sociale Askatasuna, hanno effettuato diversi attacchi al cantiere di San Didero. L’Azione è iniziata intorno alle 22.30 e si è conclusa dopo circa un’ora. Due gruppi di circa una cinquantina di persone ciascuno hanno attaccato contestualmente il cantiere sui due lati (lato cava e lato autostrada) con pietre, bombe carta e fuochi d’artificio. Nel comunicato della Questura viene poi precisato che “I soggetti sono stati respinti a più riprese attraverso l’utilizzo dell’idrante e dei lacrimogeni. Nel corso dell’azione un carabiniere è rimasto lievemente ferito al fianco, colpito da una pietra”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Torino, tenta il furto su un’autovettura, arrestato dalla polizia. A giugno l’episodio fotocopia: ecco il ladro in azione

next
Articolo Successivo

Variante Omicron, guarito il professionista casertano “paziente zero” in Italia. L’appello: “Tranquilli grazie al vaccino”

next