In fila dal parrucchiere per il vaccino. “L’iniziativa è nata quando abbiamo visto che i numeri stavano aumentando e questo mi ha fatto tornare ai vecchi tempi della pandemia, quindi ho preferito mettermi in gioco” ha detto Nunzio Reina, parrucchiere e responsabile area produzione e benessere Confesercenti. “Spero l’iniziativa parta da Palermo e diventi nazionale – continua il parrucchiere – coinvolgendo tutti i miei colleghi d’Italia”. Ma ci sono anche gli affezionati che frequentano il salone di bellezza in via XX Settembre, a Palermo, e i nuovi clienti che, venuti a conoscenza dell’iniziativa attraverso giornali e social, hanno scelto il taglio di capelli per poi vaccinarsi. Uno degli obiettivi dell’iniziativa è “riuscire a convincere i no vax a farsi il vaccino” afferma Renato Costa, il responsabile dell’hub vaccinale di Palermo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lavoravano senza il vaccino: 281 tra medici e altri sanitari scoperti dai Nas. 126 denunciati per esercizio abusivo della professione

next
Articolo Successivo

Vaccino ai bambini, la presidente dei pediatri: “Sperimentazione limitata? Negli Usa dosi a più di 3 milioni di under 12, no a controindicazioni”

next