Violenti scontri sono scoppiati durante una protesta contro le misure anti-Covid a Bruxelles alla quale hanno preso parte circa 35 mila di persone. La protesta era iniziata in maniera pacifica ma, dopo il lancio di oggetti da parte di un gruppo di manifestanti contro la polizia, gli agenti hanno usato cannoni ad acqua e gas lacrimogeni per disperderli. Gli scontri con la polizia sono avvenuti vicino alle sedi dell’Ue.

La manifestazione, denominata ‘Insieme per la libertà‘, è stata organizzata in risposta al divieto di accesso a bar e ristoranti imposto ai non vaccinati. Il Belgio, uno dei Paesi più duramente colpiti dalla nuova ondata della pandemia, ha esteso i permessi per lavorare da casa e inasprito le misure contro i non vaccinati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grecia, scatta il mini lockdown per chi non si è vaccinato: dopo i 100mila casi in 15 giorni, così il governo prova a salvare le feste natalizie

next
Articolo Successivo

Francia, ‘offrirono mazzette a un imprenditore italiano per aggiudicarsi le gare d’appalto: incriminati due dirigenti di Otv (Veolia)’

next