Mediaset chiude il Tg4, Studio Aperto e SportMediaset? La notizia accennata da diverse testate in poche ore ha fatto il giro della rete: l’addio dopo trent’anni ai telegiornali dell’azienda di Cologno Monzese e la cancellazione di un marchio sportivo ormai molto noto al pubblico. Una cancellazione dei marchi, un saluto alle redazioni storiche: edizioni garantite da TgCom24, con il solo Tg5 indenne nelle manovre aziendali.

Una decisione storica ma come stanno veramente le cose? Le voci sono state smentite da Mediaset e come spiega l’Adnkronos non ci sarà la chiusura dei due tg ma nemmeno di SportMediaset. Il piano che dovrebbe prendere il via da fine novembre prevederebbe una semplice riorganizzazione interna delle “line” di tutte le testate per ottimizzare i costi ma nel rispetto della diversificazione delle testate, anche come volti giornalistici.

L’unico cambiamento visibile sarà il cambio di nome di News Mediaset in TgCom. “I cambiamenti – apprende l’Adnkronos – avverranno senza licenziare nessuno ma con il ricorso ad esodi incentivati. In tre anni sono previsti 45 prepensionamenti incentivati su base volontaria. Ma negli stessi tre anni sono previste le assunzioni di 15 giovani giornalisti.”

Dal 29 novembre si punterà ancora di più su TgCom24 che festeggerà i suoi dieci anni con novità e una nuova centralità. Lo studio 15 di Cologno Monzese, fa sapere Tvblog, sarà rinnovato e sarà condiviso con altre testate: Studio Aperto, Tg4 e SportMediaset. Meno costi, meno sprechi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Giampiero Galeazzi, è a bordo campo che dava il meglio di sé: come in un reality

next