Chi non ha mai sognato di trascorrere il periodo di Natale facendo un bagno nel mare dei Caraibi, oppure festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo sugli atolli dell’Oceano Indiano? Da quasi due anni, molte delle possibilità di viaggiare fuori dai confini europei sono state bloccate a causa dell’emergenza sanitaria, ma da qualche tempo le restrizioni si sono finalmente allentate. Diversi paesi extra-UE permettono infatti ai turisti di tornare a popolare resort, città e parchi naturali con un po’ di attenzione in più del passato.

È un segnale davvero molto importante, perché sembra di vedere infine la luce in fondo al tunnel. A rendere possibile queste riaperture dei confini sono sicuramente i vaccini e le certificazioni come il Green Pass che escludono a priori i maggiori rischi per chi viaggia e non solo. C’è però una serie di regole che vanno rispettate: vediamo insieme quali.

I documenti necessari per viaggiare in sicurezza

L’obiettivo dei nuovi “corridoi”, come sono stati definiti dal Ministero delle Salute, è quello di offrire a chi viaggia per motivi di turismo delle procedure più snelle e controlli meno rigorosi (ma non per questo meno accurati) sia alla partenza che al rientro in Italia.

Per questo, sono state definite in via sperimentale solo alcune destinazioni che rientrano in questa fase iniziale. I viaggiatori dovranno sottoporsi infatti a due tamponi, uno prima di partire e uno al ritorno nel nostro Paese, ma in caso di esito negativo non dovranno restare in quarantena, evitando così di perdere giornate preziose al lavoro o in famiglia.

Ovviamente è necessario essere vaccinati o aver dimostrato di essere negativi al virus, sempre attraverso i tamponi. Circostanza che, ovviamente, vale tramite l’esibizione del Green Pass.

Quali sono i paesi dove poter viaggiare (e dove farlo al meglio)

È Alpitour a consigliarci le prime destinazioni “quarantine-free” da tornare a scoprire in questi mesi autunnali e invernali della stagione 2021/2022. Grazie all’ampio bouquet di strutture ricettive, resort e anche voli diretti, sarà possibile godersi una vacanza sicura e controllata, perfetta per rilassarsi e ammirare alcuni dei luoghi più incantevoli al mondo.

Cominciamo dalle Maldive, l’arcipelago più amato dagli italiani che lo scelgono per una fuga romantica in inverno, per festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo e, perché no, per la luna di miele. Sono tantissime le spiagge e gli atolli di questo luogo paradisiaco, dove sarete circondati da lingue di sabbia bianchissima e da un mare cristallino, perfetto per le immersioni. I suoi atolli più belli? Sicuramente Alimatha, che dista appena 20 minuti dalla capitale Malè (in idrovolante), ma anche Maayafushi, Velifushi e Furaveri; quest’ultima, con la sua foresta fittissima, emerge dal mare come un cerchio verde circondato da un anello di sabbia candida.

L’Egitto torna a incantare i visitatori con le sue due destinazioni più apprezzate: Marsa Alam e Sharm el Sheikh. Se la prima è un porticciolo che solo negli ultimi anni ha acquisito fama tra i viaggiatori, Sharm è la meta estera per definizione nei viaggi degli italiani. All’estremità del Sinai, il periodo migliore per una vacanza è proprio tra ottobre e novembre, quando temperature e precipitazioni offrono l’equilibrio migliore in assoluto. Qui la vacanza è all’insegna del relax, certo, ma perché non concedersi un’escursione nel deserto? Ci sono numerose idee possibili, dalle visite alle oasi alla possibilità di trascorrere una notte in tenda sulle dune, sentendosi come dei veri nomadi del continente nero. E con i voli diretti dall’Italia, la vicinanza dell’aeroporto alle strutture e spiagge riservate, sarete sicuri di aver fatto la migliore scelta possibile.

Per chi sogna in grande, non mancano certamente le destinazioni Covid-free che ci faranno finalmente tornare a viaggiare fuori dai confini europei. È il caso di Mauritius, l’affascinante arcipelago selvaggio al largo delle coste del Madagascar. Raggiungibile con voli diretti dall’Italia (specialmente da Milano-Malpensa), questo angolo dell’Oceano Indiano è famoso per la sua natura sfavillante, fatta di grandi riserve, boschi tropicali e cascate. Non solo spiagge, dunque, anche se molti dei suoi resort si affacciano proprio sulle lunghe e incontaminate distese di arena bianchissima. La parola d’ordine a Mauritius è sicurezza: all’arrivo, durante il viaggio e in ogni attività.

Anche la Repubblica Dominicana è una delle destinazioni coinvolte nei Corridoi turistici Covid-free, approvati dal ministero e che saranno attivi fino al 31 gennaio 2022. La destinazione preferita del Mar dei Caraibi, sull’isola di Hispaniola, torna così al centro dei sogni vacanzieri nei nostri mesi più freddi. Il ritmo della musica, i sapori della cucina locale, le tantissime opportunità di divertimento ma soprattutto le spiagge mozzafiato sono i motivi che vi spingeranno al viaggio. Punta Cana, Bayahibe, Samana o Costa Bravo: avrete solo l’imbarazzo della scelta, in una natura che si mostra nei suoi mesi più calmi e godibili. A voi la scelta: i viaggi in sicurezza finalmente si possono fare!

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

City Break Europa, fuga d’autunno

next
Articolo Successivo

Maldive, il blu intenso dell’autunno

next