“L’edificio era in costruzione e per fortuna vuota. Ospiterà la stazione degli autobus di Autostazioni Milano, che gestisce San Donato e Lampugnano”. A parlare è Michele Puglisi, direttore dei lavori del palazzo di due piani contro cui, a San Donato Milanese, si è schiantato un aereo ultraleggero. “Oggi non c’era nessuno, ma domani ci sarebbero stati gli operai“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aereo precipitato a San Donato, la testimone: “Un botto fortissimo, poi un rimbombo. Un elicottero stava per atterrare nel mio cortile”

next
Articolo Successivo

Aereo precipitato a San Donato, il funzionario dei vigili del fuoco: “Nel dramma la fortuna di non aver colpito case o la fermata della metro”

next