Sono gravi le condizioni delle tre giovani donne incinte ricoverate all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Due sono ricoverate in terapia intensiva, una in pneumologia e sono tutte tra la ventesima e la ventottesima settimana di gravidanza. Le tre giovani di origine sudafricana, non vaccinate, sono state verosimilmente contagiate in ambito familiare: arrivate in pronto soccorso con i sintomi sono state subito ricoverate. Resta di primaria importanza sensibilizzare le donne incinte sulla vaccinazione: “Ribadiamo l’appello a vaccinarsi — ha detto direttore generale dell’Usl 2 Francesco Benazzi al Corriere del Veneto — Il vaccino è sicuro per le donne incinte, mentre il Covid è infido. Il contagio mette pericolosamente a rischio il nascituro“. L’Usl2 avvierà incontri con i medici di famiglia e i ginecologi dei consultori. Intanto il decreto legge “Total Green Pass” ha fatto crescere le prenotazioni del vaccino del 40%.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sondaggi, a Napoli Manfredi è in vantaggio di 20 punti su Maresca (di 40 al ballottaggio). A Bologna Lepore verso la vittoria al primo turno

next
Articolo Successivo

Linate, “per ore abbandonati e senza informazioni”: Milano sotto il diluvio, per i passeggeri del volo low cost una odissea

next