Il green pass è diventato uno strumento essenziale per la vita durante la pandemia. Dopo ristoranti e bar al chiuso, palestre e concerti, dal primo settembre l’uso del certificato verde è esteso anche a nuove attività, come treni e aerei, scuola e università. Molte persone, però, continuano a denunciare malfunzionamenti. C’è chi, ad esempio, ha contratto il Covid dopo la prima dose e quindi il suo ciclo vaccinale risulta non concluso: per alcuni di loro niente rilascio del green pass. Lo stesso cortocircuito accade anche a persone che hanno effettuato una sola somministrazione, perché già guarite. Dopo le falle segnalate anche da ilfattoquotidiano.it, il ministero della Salute era corso ai ripari, ma evidentemente restano ancora delle criticità. Un altro disservizio colpisce inoltre coloro che hanno diritto al green pass – perché hanno fatto il vaccino, sono guariti o hanno effettuato un test negativo – ma non hanno mai ricevuto l’sms o la mail con il codice per scaricarlo. Per questo problema però esiste una soluzione.

Da fine luglio, infatti, chi ha i requisiti per il certificato verde ma non ha ricevuto l’sms o l’email può recuperare il suo codice AUTHCODE sul sito dcg.gov.it. È il portale ad hoc creato dal ministero della Salute per scaricare il green pass. Per avere il proprio codice (anche nel caso in cui è andato semplicemente perso) basta inserire il codice fiscale e le ultime 8 cifre del numero di identificazione della propria tessera sanitaria (qui il link). Poi si deve indicare per quale evento si richiede il green pass (vaccinazione, certificazione di guarigione, tampone) e la data in cui lo abbiamo ottenuto.

Il sito dcg.gov.it permette inoltre di scaricare il green pass (se si è già in possesso del codice) sempre attraverso la tessera sanitaria o anche tramite identità digitale (Spid/Cie). Un’altra possibile strada prevede l’utilizzo dell’App Io, dove si riceve direttamente un messaggio quando la piattaforma nazionale rilascia il certificato. Resta anche la possibilità di rivolgersi al proprio medico o farmacista: “Il medico e il farmacista, accedendo con le proprie credenziali al Sistema Tessera Sanitaria, potranno recuperare la tua Certificazione verde COVID-19. Serviranno il tuo codice fiscale e i dati della Tessera Sanitaria”, si legge sempre sul sito.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, i dati: 5.498 nuovi casi e 75 morti nelle ultime 24 ore in Italia. In leggero calo ricoveri e terapie intensive. Positività all’1,78%

next