Quasi 721mila persone sanzionate per violazioni delle normative anti-contagio tra l’11 marzo 2020 e il 31 luglio del 2021. Reati in calo del 7,1% nell’ultimo anno, a quota 1,8 milioni, ma con l’eccezione di truffe e delitti informatici che sono aumentati. Ben 105 femminicidi. Sbarchi di migranti in salita del 128% e avvenuti perlopiù in maniera autonoma, senza l’intervento delle ong. Sono i dati del dossier del Viminale, pubblicato come ogni anno in occasione della riunione del 15 agosto del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, che quest’anno si è svolto nella prefettura di Palermo con la presidenza della ministra Luciana Lamorgese. Hanno partecipato, tra gli altri, il capo di stato maggiore della Difesa Enzo Vecciarelli, il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Teo Luzi, il comandante generale della Guardia di finanza Giuseppe Zafarana, il capo della Polizia Lamberto Giannini, il direttore generale del Dipartimento informazioni per la sicurezza (Dis) Elisabetta Belloni.

LA CONFERENZA STAMPA – La scelta di tenere il Comitato a Palermo, ha esordito la ministra in conferenza stampa al termine della riunione, è legata al “periodo più intenso di flussi migratori. Non mi sono voluta nascondere e ho voluto metterci la faccia. Ho ritenuto di essere vicina a una terra che come primo approdo flussi merita rispetto e un ringraziamento per le attività che i sindaci si trovano ad affrontare. Abbiamo iniziato parlando di Afghanistan – spiega Lamorgese – perché la notizia della presa di Kabul è arrivata poco prima. E abbiamo ritenuto di fare un focus su quelli che sono i problemi connessi all’accoglienza di cittadini afghani che hanno collaborato con le truppe italiane. Abbiamo già accolto 228 persone“, comunica. “Erano in programma altri arrivi in questo periodo, certamente questa accelerazione comporterà anche una accelerazione conseguente delle attività di accoglienza”. Rispetto alla questione migratoria, la ministra comunica che “nell’ultimo anno ci sono stati 2.090 rimpatri, circa mille verso la Tunisia”, Paese con cui “stiamo lavorando da tempo”.

I REATI – Nel complesso, si legge nel dossier del ministero, si registra un calo dei reati del 7,1% nell’arco dell’ultimo anno: passano dai 2.019.277 registrati tra il 1 agosto 2019 e il 31 luglio 2020 ai 1.875.038 rilevati dal 1 agosto 2020 al 31 luglio 2021. In diminuzione furti (19.975) e rapine (730.061), mentre aumentando del 16,2% le truffe (155.242) tra cui 98.791 frodi informatiche (+10,7%) e 22.354 con vittime over 65 (+15,7%). Infine, crescono del 27,3% i delitti informatici (202.183).

ATTIVITÀ COMMERCIALI E COVID – Dall’11 marzo 2020 al 31 luglio 2021 nell’ambito dei controlli per contenere la diffusione del covid-19 sono state controllate 49.590.468 persone e ne sono state sanzionate 720.918 per violazioni alle normative anti-contagio. I denunciati per violazione della quarantena sono stati 5833, altri 5864 per false attestazioni. Gli esercizi commerciali controllati sono stati oltre 11 milioni e i titolari sanzionati 26.374. Chiuse 7480 attività commerciali.

MIGRANTI E MINORI STRANIERI – Rispetto all’anno precedente da agosto 2020 a luglio 2021 sono sbarcati in Italia 49.280 migranti, il 128% in più. Di questi l’82,6% sono sbarcati autonomamente su imbarcazioni di fortuna e il 17,4% sono stati invece soccorsi in Area Sar (l’8,6% dalle ong). I minori non accompagnati sono stati 7.843 (+155,26%). Gli scafisti arrestati sono stati 147. Con sbarchi autonomi sono giunte in Italia 40.727 persone mentre quelle soccorse in area Sar sono state 8.553 (soccorsi da Ong 4239). Nell’anno precedente erano arrivati 21.616 migranti e dall’agosto 2018 al luglio 2019 erano sbarcate 8691 persone. Il Paese da cui partono più barconi è la Libia (45,3%) seguito da Tunisia (35,9%), Turchia, Algeria, Grecia, Egitto e Montenegro. Al 31 luglio di quest’anno gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia erano 3.825.944, il 4,7% in meno rispetto all’anno precedente. I permessi di soggiorno sono 1.367.204 per lavoro subordinato, 251.921 per lavoro autonomo. 1.207.569 per ricongiungimenti (motivi familiari) 992.250 per altre ragioni (permessi studio e casi speciali). Sono 4.321 i migranti rimpatriati nell’ultimo anno, il 2% in meno dell’anno precedente (4.408). Sono stati invece 372 i rimpatri volontari assistiti, il 17% in più dell’anno precedente (318).

VIOLENZA SULLE DONNE – Negli ultimi 12 mesi sono state uccise 105 donne, il 38% degli omicidi volontari. Rispetto all’anno precedente c’è un calo del 13,9%. Gli omicidi compiuti dal partner o dall’ex sono stati 62. Le denunce per stalking sono state 15.989, il 74% con vittime donne. Dal 1° agosto 2020 al 31 agosto 2021 sono stati erogati 261mila euro in favore di 32 orfani di crimini domestici e reati di genere. Destinati 29 assegni mensili da 300 euro a partire dalla data della delibera fino al raggiungimento della maggiore età. Inoltre sono stati versati 196mila euro di ristoro arretrato calcolato dal 16 luglio 2020 o dalla data di affidamento del minore. Assegnate 17 borse di studio e un ristoro di spese mediche per 65mila euro.

GIORNALISTI MINACCIATI – Nei primi sei mesi del 2021 sono stati minacciati 110 giornalisti. Di questi 55 hanno ricevuto minacce via web. Nel primo semestre dell’anno precedente erano stati 99. La regione dove ci sono state più denunce è il Lazio (26), seguito da Sicilia (16), Lombardia (13), Campania (10) e Calabria (7).

MINORI SCOMPARSI – In un anno in Italia è stata denunciata la scomparsa di 17.156 persone e di queste 8593 sono state ritrovate. I minori scomparsi sono stati 10.505 di cui 4208 ritrovati.

CRIMINALITA’ ORGANIZZATA – Nell’ambito della lotta alla criminalità organizzata aumentano del 33,6% le operazioni di polizia giudiziaria nell’ultimo anno e sono 45 i latitanti di rilievo arrestati (-43,7%), di cui due di massima pericolosità. Aumentano del 49,1% i sequestri di beni (8.785) per un valore complessivo di 1,9 miliardi di euro e crescono del 136,8% anche le confische (4.246) per un valore complessivo di 1.731 miliardi di euro. Il valore dei beni confiscati aumenta del 366,6%. Si sono verificati, poi, 276 omicidi, il 6,4% in meno rispetto allo scorso anno quando furono 295. Nello specifico, gli omicidi attribuibili alla criminalità organizzata sono appena 13, mentre quelli registrati in ambito familiare-affettivo sono ben 144. Dall’1 agosto 2020 al 31 luglio 2021 sono stati sono stati 1.747 (-17%) i beni destinati dall’Agenzia nazionale per l’amministrazione dei beni sequestrati e confiscati: 1.154 immobili (-29.2%), 264 aziende (-44.4%) e 329 beni mobili. Il valore dei beni immobili confiscati e dei beni destinati negli ultimi 12 mesi è di 110 milioni di euro.

VITTIME DI USURA – Il fondo di solidarietà per le vittime di estorsione ed usura ha deliberato 18.4 milioni di euro a seguito di 2.009 domande esaminate (861 richieste da vittime di estorsione, 1.148 da quelle di usura). Nei 12 mesi precedenti le domande esaminate erano state 1.952 di cui 779 da vittime di estorsione e 1.173 da quelle di usura, con 24 milioni di euro complessivi deliberati dal fondo.

TERRORISMO – Sono 71 le persone espulse per motivi di sicurezza dello Stato, nell’ambito della lotta al terrorismo, nell’ultimo anno mentre 144 sono i foreign fighters monitorati. Sul fronte interno sono 7 gli estremisti di area anarchica arrestati pari al 53,3% in meno dello scorso anno e 18 gli estremisti dell’area della destra eversiva arrestati, pari al 350% in più.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Migranti, Lamorgese: “Sbarchi aumentati, ma è cambiata la situazione. Lavoriamo con la Tunisia per i rimpatri. Salvini? Lo incontrerò”

next