Eric Clapton non si esibirà nei locali che chiederanno il Green Pass per entrare. Davanti alla decisione del premier britannico Boris Johnson di introdurre l’obbligo della certificazione vaccinale da mostrare all’ingresso di ristoranti, bar e locali notturni da settembre nel Regno Unito, il chitarrista e cantautore inglese risponde con un rifiuto netto: “Non mi esibirò su un palco dove il pubblico è discriminato“.

Ad annunciare la posizione di Clapton è stato il produttore Robin Monotti, diffondendo un messaggio tramite il proprio canale Telegram. “Dopo l’annuncio fatto dal primo ministro lunedì 19 luglio 2021, mi sento in dovere di fare un annuncio tutto mio”, scrive il musicista, specificando che se il suo pubblico verrà selezionato in base alla disponibilità del green pass potrebbe arrivare ad annullare interi concerti: “A meno che non sia prevista la partecipazione di tutte le persone, mi riservo il diritto di annullare lo spettacolo”, ha spiegato.

Non è la prima volta che la leggenda del rock britannico si dimostra molto critico nei confronti delle decisioni di Downing Street in merito alla pandemia: nell’ultimo anno e mezzo Clapton ha più volte palesato di nutrire un forte scetticismo verso l’efficacia del lockdown e dei vaccini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rocco Hunt e Takagi & Ketra: “Tormentoni? Non è proprio la parola giusta”. Rivedi la diretta con Claudia Rossi e Andrea Conti

next
Articolo Successivo

Incidente in vacanza per Enrica Bonaccorti: “Al pronto soccorso fino all’alba”

next