Una notte al museo. No, non stiamo parlando della commedia con Ben Stiller in cui i fossili e le statue di un museo prendono vita, ma della diciassettesima edizione della Notte Europea dei Musei che si tiene sabato 3 luglio. Centinaia di musei per l’occasione, saranno aperti in tutta Italia dalle 19 fino a tarda sera, al costo simbolico di un euro. Una serata dedicata alla bellezza del nostro patrimonio artistico, da nord a sud, per tornare a vivere la cultura e l’arte italiane dopo mesi di chiusure.

Sono centinaia i musei che aderiscono a questa XVII edizione, promossa dal Ministero della Cultura e patrocinata da UNESCO, Consiglio d’Europa e Iscom: si potrà camminare tra i corridoi degli Uffizi al tramonto, o immergersi nel parco archeologico di Ercolano sotto la luce delle stelle. Tantissimi i luoghi di cultura “by night” che rimarranno aperti con visite gratuite per i partecipanti, come i Musei Civici di Venezia, il circuito museale di Milano e Palazzo Madama.

Ma la Notte Europea dei Musei, quest’anno, ha un cartello ancora più ricco: non mancheranno, infatti, attività ed eventi che riguardano la storia, la letteratura e la musica. Come al Museo Nazionale del Bargello di Firenze, dove è allestita una mostra dedicata a Dante Alighieri. Ai Campi Flegrei di Roma, invece, i visitatori seguiranno un percorso al buio nei sotterranei dell’anfiteatro muniti di sole torce, mentre l’aria della Certosa di Napoli si riempirà delle polifonie dei canti cinquecenteschi. Per partecipare agli eventi è necessaria la prenotazione.

La lista completa delle strutture aderenti è consultabile sul sito www.beniculturali.it/evento/nottedeimusei2021.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bella Ciao, ecco perché il canto partigiano “non ha bisogno” di diventare un inno. Lo studioso Portelli: “Un regalo alle destre, così perde il senso di lotta”

next
Articolo Successivo

Mediterraneo, il nuovo romanzo di Gianluca Barbera, è un viaggio che diventa ricerca mistica

next