Altro che “incredibile somiglianza“, questi sono dei veri e propri sosia. Siamo in Lettonia, qui un’azienda produttrice di formaggi ha scelto tre ragazzi e una ragazza a dir poco simili ai Maneskin per una campagna promozionale della mozzarella. I protagonisti della pubblicità, infatti, sono intenti a mangiare una pizza e la didascalia, tradotta, è: “Buona come in Italia! La mozzarella Formagia rende tutto più buono.. anche la pizza surgelata!” (stendiamo un velo pietoso sullo slogan).

Mentre la foto diventa virale su Twitter, la domanda è: tutto questo è legale? Intervistata dall’Adnkronos, l’avvocatessa Margherita Cera, del colosso multinazionale della consulenza legale Rodl & Partner, ha commentato: “I Maneskin possono certamente agire per chiedere la rimozione della loro immagine dalla campagna pubblicitaria, nonché il risarcimento del danno per utilizzazione non autorizzata della loro immagine“. E poi ha concluso:” Tra l’altro nell’ambito di una pratica commerciale scorretta quale quella dell’ ‘italian sounding‘ che si configura quando produttori stranieri commercializzano beni non Made in Italy facendo credere ai consumatori che siano invece prodotti tipici italiani”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vecchioni: “Se qualcosa della musica deve passare alla storia allora sarà Guccini non Fedez”

next
Articolo Successivo

Barbara D’Urso: “Ho paura, ho uno stalker sotto casa che mi perseguita. Mi ha scritto ‘ti taglio la testa’”

next