Eitan Biran non è più in pericolo di vita. A riferirlo sono i medici dell’ospedale Regina Margherita di Torino dov’è ricoverato il bambino di cinque anni sopravvissuto alla strage della funivia Stresa-Mottarone in cui sono morti i genitori, il fratello e i nonni. Stando a quanto dichiarato, le sue condizioni sono “in significativo miglioramento e questa sera la prognosi è stata sciolta. È in costante miglioramento – continuano i sanitari – sia dal punto di vista del trauma toracico sia dal punto di vista del trauma addominale“. La notizia giunge a distanza di 24 ore dal momento in cui gli stessi medici si dicevano ottimisti in merito alle condizioni del bambino. Martedì Eitan uscirà dal reparto di rianimazione per essere trasferito in quello di lungodegenza dell’ospedale. Con lui ci sono la zia e la nonna arrivata da Israele nei giorni scorsi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pfizer, dopo quello di Ema arriva il via libera dell’Aifa per il vaccino ai giovani tra i 12 e i 15 anni: “Dati dimostrano efficacia e sicurezza”

next
Articolo Successivo

La mamma del ragazzo morto di cancro, il papà dell’operaio caduto da una gru: le riflessioni dei cittadini di Taranto dopo la sentenza sull’ex-Ilva

next