“È stato un summit molto importante per la forza e la sincerità degli impegni. C’è un gran desiderio di arrivare a risultati concreti nell’immediato e per il futuro, ma è il primo passo, il lavoro continuerà”. Così il presidente del Consiglio Mario Draghi, nella conferenza stampa congiunta con Ursula von der Leyen, al termine del Global Health Summit a Roma. L’Italia “ha promesso 300 milioni di euro alla facility Covax e circa 15 milioni di vaccini per il pool di donazioni. Altri Paesi hanno promesso ancora di più, stiamo tutti lavorando attivamente“, spiega ancora il premier. Draghi quindi sottolinea che l’obiettivo è “perseguire una strategia comune per prevenire future pandemie, dobbiamo mantenere il nostro impegno a limitare i danni ambientali e ad affrontare la crisi climatica”. Sul fronte dello stop dei brevetti “si è profilata anche l’ipotesi della necessità di un trattato, di fatto, più vincolante, ma questo comporterà moltissimo lavoro e tempo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Enrico stai sereno, ora lo ‘dice’ anche Draghi. Per me era meglio se restava a Parigi

next
Articolo Successivo

Telefonata tra Draghi e Letta dopo il botta e risposta sulla tassa di successione. Poi il leader Pd: “Non è un Paese per giovani, io non mollo”

next