Riaperture in Gran Bretagna “a tutta birra”, o forse no. Il colosso birrario Heineken è stato costretto a razionare due dei suoi marchi più famosi, Moretti e Amstel a causa dell’eccesso di domanda nei pub britannici. Questa è la notizia riportata dal Mirror che racconta di una vera e propria “crisi della birra nei giorni festivi“. I birrifici lavorano 24 ore su 24 per assicurarsi che i pub non rimangano senza birra, ma alcuni produttori hanno dovuto razionare per il timore di non farcela e questo sta accadendo nonostante le riaperture siano ancora graduali e dunque limitate agli spazi all’aperto.

“Stiamo assistendo a livelli di vendita simili a quelli di una normale stagione con tutti i pub aperti. Siamo stati quindi costretti a limitare temporaneamente a tre fusti l’ammontare di Birra Moretti e Amstel che i pub possono ordinare”, ha dichiarato un portavoce di Heineken in una nota. In previsione del 17 maggio, data in cui in Gran Bretagna dovrebbero riaprire i locali anche all’interno, Heineken sta cercando delle soluzione alternative tra cui l’importazione anche da altre parti d’Europa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

A 25 anni partorisce 9 gemelli: i medici ne avevano contati “solo” 7 durante le ecografie

next
Articolo Successivo

Chiamano il figlio Ghlynnyl Hylhyr Yzzyghyl ma il nome è troppo difficile: ora è “Consonante”

next