“Uso il termine certificato verde digitale, che è il termine europeo, perché a volte a volte si fa confusione, non è un passaporto. Quando entrerà in vigore a metà giugno, ovviamente i dati della privacy saranno salvaguardati”. Lo ha detto a Sky Tg24 Enzo Amendola, sottosegretario agli Affari Esteri, ospite di Start. “Questo certificato è un Qr che sarà sul telefonino, o sarà scaricabile, colleziona i dati dei vaccini, dei tamponi, dell’immunizzazione nel caso sia avvenuta. E – ha sottolineato – permetterà di viaggiare in tranquillità”.

Video Sky Tg24

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fedriga non segue Salvini sul coprifuoco: “Non fossilizzarsi solo su questo, non è un dramma se rimarrà per qualche altra settimana”

next
Articolo Successivo

M5s, tribunale Cagliari ferma ricorso di Crimi: ‘Non è rappresentante legale’. I 5 stelle: ‘Effetti limitati’. Ma gli ex vogliono chiedere i danni

next