Nata a Milano nel 1955, studiosa di politica internazionale, già direttrice generale delle attività internazionali di Aspen Institute Italia, direttrice dei Aspenia, rivista della medesima organizzazione, membro della commissione Trilaterale, della fondazione Italia-Usa, del comitato scientifico di Confindustria, editorialista di numerosi quotidiani. Consigliere per la politica estera di Massimo D’Alema e Giuliano Amato, poi sottosegretario agli Esteri nel governo guidato da Mario Monti, quindi viceministro quando a Palazzo Chigi c’era Enrico Letta, nel 2014 Dassù lascia la Farnesina ed entra nel cda di Leonardo, nominata dal governo di Matteo Renzi. Resta in carica fino al 2016, quando viene nominata nel consiglio di amministrazione (con incarico non esecutivo e da indipendente) della Trevi Finanziaria Industriale Spa, multinazionale dell’ingegneria e delle costruzioni con importanti commesse all’estero: tra i lavori più delicati quelli della messa in sicurezza della diga di Mosul. Un appalto valutato in circa 270 milioni di dollari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Orlando: “Smartworking è grande innovazione. Già lavoro per dargli un perimetro di certezza”

next