/ di

Giuseppe Pipitone Giuseppe Pipitone

Giuseppe Pipitone

Giornalista

Siciliano di mare aperto che si appassiona ad inspiegabili scogli, sono stato redattore de I Quaderni de L’Ora, mensile d’inchiesta palermitano erede dello storico quotidiano antimafia del pomeriggio. Dal 2010 scrivo sul Il Fatto Quotidiano, occupandomi di giudiziaria, politica, inchiesta e varia umanità. Per Editori Riuniti ho scritto Il Caso De Mauro, che poi era anche la mia tesi di laurea. Per la Rai ho realizzato Maxi +25, reportage sul Maxi Processo 25 anni dopo. Con Trattativa? Nenti sacciu! ho vinto Generazione Reporter, il premio per giornalisti emergenti ideato da Michele Santoro, mentre nel 2013 sono stato finalista del premio Roberto Morrione, sezione del premio Ilaria Alpi. Nel 2014 mi è stata assegnata la Menzione Speciale del Premio Giornalismo d’Inchiesta Gruppo dello Zuccherificio. “La Juve è in vantaggio”, è probabilmente una delle frasi più felici mai udite nella mia infanzia, alla radio e non solo. Il sogno nel cassetto? Scrivere un romanzo. Prima o poi ci proverò.

Articoli di Giuseppe Pipitone

Mafie - 11 dicembre 2017

Dell’Utri resta in cella, le motivazioni dei giudici: “Sue condizioni buone. Curarlo in carcere. Può ancora rieducarlo”

Diciassette pagine per dire che le condizioni di salute di Marcello Dell’Utri “sono buone” e nonostante le sue varie patologie la detenzione in carcere può ancora assumere carattere “rieducativo“. Di più: la pena carceraria dell’ex senatore non si presta “a giudizi di contrarietà al senso di umanità da più parti paventato, in quanto il quadro patologico non […]
Mondo - 5 dicembre 2017

Malta, investigatori vicini al governo e ministri in conflitto d’interesse: tutti i buchi neri sull’omicidio di Caruana Galizia

Magistrati che indagano sulla morte di giornalisti da loro stessi denunciati in precedenza per diffamazione. Ma anche investigatori che continuano quell’inchiesta, nonostante siano sposati con membri dello stesso governo messo sotto accusa dalle inchieste giornalistiche firmate dalla vittima. E poi un ministro dell’Interno che definisce “unlucky“, sfortunata, la sorte della cronista saltata in aria sulla sua […]
Politica - 24 novembre 2017

Sicilia, Musumeci: “Genovese jr? Non l’avrei candidato”. E ora vuole le liste pulite dopo aver preso i voti degli impresentabili

Le liste per le elezioni siciliane piene zeppe di consiglieri indagati, imputati e condannati? “Da 70 anni le liste in Sicilia sono frequentate da personaggi chiacchierati“.  L’inchiesta su Luigi Genovese, il rampollo di Francantonio eletto a furor di popolo con Forza Italia e subito finito indagato per riciclaggio? “Io non l’avrei candidato”. Il problema dei candidati impresentabili […]
Giustizia & Impunità - 23 novembre 2017

Genovese, nelle carte del sequestro la dynasty sotto inchiesta: “Faccia della criminalità che vive nei salotti buoni”

“La faccia della criminalità che vive nei piani alti e nei salotti buoni delle città, con abiti eleganti e quei grandi mezzi dalla capacità attrattiva immensa, non certo emarginata come i ladri di strada, con la differenza però fornita dal dato economico che disvela le vere capacità criminali“. E poi: “Una sorta di autostrada dell’impunità […]
Mafie - 18 novembre 2017

Totò Riina morto apre la corsa alla successione. Dall’hotel delle Palme alla Cupola: così la mafia ha scelto i suoi capi

In principio fu lo storico summit del Grand Hotel delle Palme a Palermo. Da una parte i padrini siciliani, dall’altra i gangster americani, tornati a casa per provare a fare evolvere gli antiquati cugini. Un tentativo riuscito: anche troppo. Poi fu la volta delle assisi collegiali, con votazioni segrete, regole che ambivano alla democrazia,  persino […]
Mafie - 18 novembre 2017

Totò Riina morto apre un vuoto al vertice di una Cosa nostra ‘camorristizzata’. “Il nuovo capo? Non è Messina Denaro”

Da una parte ci sono i misteri rimasti irrisolti. Quei pezzi di puzzle mai andati a posto e che dopo un quarto di secolo continuano ad essere al centro di complesse indagini.  Dall’altra ci sono gli interrogativi sul futuro: succederà davvero qualcosa dentro Cosa nostra dopo la morte di Salvatore Riina? La Cupola tornerà a riunirsi […]
Mafie - 17 novembre 2017

Totò Riina morto, dalla scalata a Cosa nostra alle stragi: tutti i misteri del capo dei capi che dichiarò guerra allo Stato

Adesso che il diavolo è morto si potrà forse avanzare qualche domanda sui vari punti oscuri rimasti sullo sfondo dei suoi efferatissimi delitti. E magari ammettere che tutto chiaro probabilmente non è. Della carriera criminale di Salvatore Riina, detto Totò, nato a Corleone il 16 novembre del 1930 e morto nel reparto carcerario dell’ospedale di […]
Politica - 15 novembre 2017

Sicilia, la corsa alle poltrone guarda al passato: con Musumeci tornano gli uomini di Cuffaro, Lombardo e del 61 a 0

C’è l’uomo che guidava la sanità ai tempi di Totò Cuffaro e quello che stringeva i cordoni della borsa quando sulla poltrona più alta di Palazzo d’Orleans sedeva Raffaele Lombardo. Il redivivo Vittorio Sgarbi e la faccia più affilata di una rarissima corrente: quella del cuffarismo d’opposizione. Poi ecco una serie di fedelissimi dell’ultima ora: in […]
Politica - 11 novembre 2017

Sicilia, la metamorfosi del Pd renziano: la maggioranza degli eletti alle regionali viene da Cuffaro, Lombardo e Berlusconi

Quello a cui il Pd faceva schifo e l’ex segretaria di Totò Cuffaro. Il delfino dell’ex governatore condannato per favoreggiamento alla mafia e mister preferenza, che adesso qualcuno vorrebbe addirittura alla guida del partito. Sono le nuove facce del Partito democratico in Sicilia. A pochi giorni dalla clamorosa – per quanto annunciata – sconfitta alle elezioni […]
Politica - 8 novembre 2017

Sicilia, dall’allevamento di conigli all’arresto: chi è Cateno De Luca, il Masaniello che si spogliava all’Ars

Quando lo esclusero dalla commissione Bilancio dell’Assemblea regionale siciliana ci rimase davvero male. Talmente tanto che mise in scena la più ridicola delle proteste: si presentò in mutande nella sala stampa del Parlamento regionale. Per poi coprirsi soltanto con la Trinacria. Un chiodo fisso quello di Cateno De Luca per la bandiera della Sicilia, ricamata persino sulla cravatta d’ordinanza […]
Mafia, la figlia di Totò Riina: “Mio padre da latitante usciva normalmente. La strage di Capaci? Eravamo sul divano”
Perché il Vangelo va predicato ai mafiosi e ai loro familiari

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×