La terra ellenica è un richiamo alla libertà, così agognata dopo un anno di pandemia, di restrizioni e di continui rinvii. La Grecia riparte dal turismo puntando a rendere gli atolli “Covid-free” in vista della bella stagione grazie ad una campagna vaccinale con via preferenziale per gli abitanti delle piccole isole. Salpiamo verso Rodi, Creta e Naxos, le isole del sogno per trasformarlo in realtà, e approdiamo in un villaggio Bravo dove la gioia della condivisione è assicurata in safe mode.

Rodi, l’isola che profuma di Ibisco ad un passo dall’Oriente

Nell’isola del mito si immaginano ancora il Colosso, la grande statua dedicata al Dio Helios, una delle sette meraviglie del mondo antico ormai perduta, e le armature lucenti dei Cavalieri di Rodi, baciate dal sole e da un’accecante vocazione durante le Crociate. L’isola racconta la storia e le leggende appaiono come miraggi nella luce vivida del Mediterraneo. Rodi è il più grande atollo del Dodecaneso, chiamato anche “Isola dell’Ibisco”, un fiore che ricorda l’oriente e che lo fiuta: dalle sue coste si avvista la Turchia a soli 17 chilometri di distanza. Una vacanza a Rodi è un’occasione per vivere un soggiorno a tutto tondo, per scoprire la cultura millenaria e godere delle magnifiche spiagge e del mare, un limpido acquerello dell’Egeo che sfuma dal verde smeraldo al blu cobalto, location “instagrammabili” incorniciate da gelsomini e fiori di ibisco. Resistete per un attimo al richiamo delle onde e dedicate qualche ora a Rodi città, il capoluogo dell’isola. La città vecchia è patrimonio Unesco dal 1988, da sempre crocevia di civiltà. Per respirare la storia, passeggiate lungo la Via dei Cavalieri che collega l’Ospedale dei Cavalieri, sede del Museo Archeologico, al maestoso palazzo dei Gran Maestri dei Cavalieri di Rodi, perfettamente restaurato dagli italiani che dominarono l’isola dal 1912 al 1943. Dopo questo assaggio di cultura concedetevi un po’ di shopping perdendovi tra i negozi di artigianato locale della città vecchia per trovare il souvenir che fa per voi: dai gioielli in argento alle pietre dure, oggettistica in legno, borse e valigie, e bellissimi vestiti e scialli. Tappa per rifocillarsi in qualche trattoria tipica dove assaggiare un bel piatto di mussakà fumante, una sorta di parmigiana di melanzane alla greca maniera, da accompagnare ad una bionda Mytos, la famosa birra locale. Per i più golosi non può mancare una fetta di baklava, il tipico dolce a base di miele e frutta secca originario della Turchia ma apprezzatissimo anche a Rodi, una bomba calorica da assaporare fino all’ultimo morso, in vacanza nessun rimorso!

Un’altra meta imperdibile della città è il porto di Mandraki. Qui, dove si narra svettasse il Colosso, oggi è tutto un susseguirsi di boutique e locali alla moda ma con prezzi abbordabili che attirano un gran numero di turisti in cerca di relax e divertimento.

Dalla città alla spiaggia, il lato glam di Rodi si scopre anche nella baia di Anthony Queen, tra le più modaiole dell’isola a soli 16 km dal capoluogo. Il famoso attore girò proprio qui il film “I cannoni di Navarone”, innamorandosene perdutamente. Ambita da tutti i turisti, questa baia è una delle più belle della Grecia, dal mare limpido e turchese che svela fondali rocciosi perfetti per fare snorkeling. L’alternativa distante dalla folla a soli 15 chilometri dalla città, è la spiaggia di Ladiko, ideale per rilassarsi e contemplare il mare in totale tranquillità. Spiagge altrettanto incantevoli si trovano anche nella parte sud dell’isola. Partendo dall’estremità meridionale c’è Prasonissi, una delle baie preferite dagli appassionati di vela, windsurf e kitesurf. Merita una tappa anche la cittadina di Lindos, un grappolo di case bianche appollaiate sul declivio appena più in basso. Oggi appare come una località mondana dove divertirsi, ma durante l’epoca arcaica e classica fu una delle tre città che dominarono l’isola, memorie del tempo che si confondono con la musica e le bevande alcoliche in un’atmosfera di assoluto relax e divertimento. Lo stesso mood lo potrete trovare al Bravo Rodos Princess, situato a pochi chilometri, in posizione panoramica sulla straordinaria baia di Kiotari Beach, una delle più belle della costa sud orientale.

Creta, alla ricerca del Minotauro nell’isola degli Hippy

Creta è l’isola più grande della Grecia, terra di storia e leggende, del Minotauro e di chi voleva spiccare il volo con delle ali di cera, senza considerare il calore del sole, impenitente a queste latitudini. Creta è la terra del mito dove nacque Zeus ma è anche una realtà paradisiaca dove rigenerarsi e rilassarsi, fatta di spiagge rosa e baie candide con un mare che sembra confondersi con il cielo. L’entroterra è una natura selvaggia di montagne scavate da profondi canyon nella roccia, orridi spettacolari per trekking adrenalinici. Un soggiorno a Creta è anche un’occasione per scoprire un angolo di Grecia autentica, ma con una forte identità isolana che risale alla civiltà Minoica.

Heraklion è il capoluogo dell’isola situato sulla costa a nord-est, una meta imperdibile per conoscere la cultura cretese e le tradizioni, a cominciare dalla buona tavola con un bel piatto di Ajinosalata, l’insalata tipica a base di ricci di mare, e una portata di Loukoumades, dolcetti al miele. In città si trovano tantissimi ristorantini tipici ma anche locali dove ordinare semplicemente qualcosa di fresco rilassandosi su qualche divanetto con vista mare. Prevedete un pit stop nella pittoresca cittadina di pescatori di Agios Nikolaos, per sperimentare un altro piatto tipico di pesce accompagnato dal Tzatziki, e poi di nuovo alla scoperta di un’isola. Creta non è solo leggenda ma natura paradisiaca, a tratti avventurosa come le Gole di Samaria, uno dei canyon più lunghi d’Europa di ben 16 km lungo il versante occidentale dei Lefka Ori, ideale per una magnifica escursione. Il villaggio Bravo Sirens è l’ideale per andare alla scoperta di tutte queste straordinarie mete, strategicamente posizionato tra la mondana località di Heraklion e la pittoresca cittadina di pescatori di Agios Nikolaos.

Sono tante le attività da sperimentare a Creta per poi rilassarsi in spiaggia e tuffarsi nel magnifico mare che la circonda. Girando l’isola ne troverete di uniche, come quella di Elafonissi situata nella costa sud-occidentale, nota per le placide acque cristalline ma soprattutto per il colore della sabbia che sfuma dal bianco al rosa, una meraviglia del Mediterraneo spesso paragonata ai Caraibi. Questa baia è considerata una delle location più belle e ricercate dell’isola, i geotag dei social lo confermano: sono in tanti a cercarla per scattare delle splendide fotografie e immortalarsi in un set da favola. Le spiagge sono ricercate per flora, fauna ma anche per cultura. Ne è esempio perfetto la spiaggia di Matala, uno stretto lembo di ciottoli protetto da alte scogliere di pietra calcarea. Qui si aprono delle grotte naturali, utilizzate dall’uomo sin dal Neolitico e in continuità fino ad abitazioni della comunità Hippy negli anni ’60.

Naxos, l’isola del marmo è la più bella delle Cicladi

Secondo la leggenda le Cicladi erano delle ninfe trasformate in isole per aver suscitato l’ira di Poseidone. Di certo Naxos doveva essere tra le più belle. L’atollo più grande dell’arcipelago è davvero una meraviglia che spunta dal mar Egeo e racchiude tutta l’identità della Grecia più autentica. Le suggestive Chora sono i centri abitati dell’isola, con le pittoresche stradine che si inerpicano sulle colline, dove si affacciano le tradizionali casette bianche dalle imposte azzurre, e i locali tipici che vi accolgono con il ritmo del sirtaki in sottofondo, la tradizione greca fatta a note musicali.

La bella Naxos è nota per i suoi chilometri di spiagge, le sue baie paradisiache, ma anche per i suoi tesori della storia antica e bizantina. Una delle mete immancabili di Naxos è l’omonimo capoluogo. Perdetevi per le stradine del Kastro, il quartiere più antico della città dalla tipica architettura cicladica ospita una miriade di negozietti e localini dove perdere il senso del tempo.

Dopo un giro turistico in città, non vi resta che concedervi il meritato relax in una delle incantevoli spiagge dell’isola dove rilassarvi e staccare la spina. Plaka è una lunghissima distesa di sabbia dorata caratterizzata da spettacolari dune di sabbia. A poca distanza dai servizi urbani della Chora anche Agios Georgos, un lungo arenile attrezzato, dove fare un aperitivo con musica chill out anche in spiaggia. Per chi invece è alla ricerca di una vacanza a tutto sport con un pizzico di adrenalina, ma non vuole rinunciare alla mondanità del centro urbano, la baia di Alykes è il perfetto compromesso, ritrovo di kitesurfer e windsurfer. Onde da solcare a pochi passi dal Bravo Naxos Imperial, situato in una posizione panoramica sul promontorio di Stelida, a soli 4 km da Naxos città.

Per la tua vacanza in Grecia lasciati ispirare dalle proposte più innovative.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vicino Venezia tre piccoli centri sorgono dalla laguna. Amati perfino da Ernest Hemingway

next
Articolo Successivo

Pueblos con encanto, la primavera alle Canarie è un paesino vista mare

next