And the Oscar goes to … Harrison Ford, Brad Pitt, Joaquin Phoenix. Questi sono solo tre dei tanti presentatori della notte degli Oscar 2021. Lo segnala un tweet dell’Academy che comincia a svelare, ad un paio di settimane dall’assegnazione delle ambite statuette, quelli che saranno addirittura i “protagonisti” (starring) di una delle edizioni degli Oscar più deboli di sempre. Già, perché tra chiusura di sale e lo stop a centinaia e centinaia di titoli che sarebbero dovuti essere distribuiti nel 2020 la lista dei film, degli attori e di tutte le categorie artistiche e tecniche del cinema hollywoodiano, non è mai stata così poco attraente. Ecco allora la trovata davvero geniale: invitare le grandi star a fare la passerella per premiare i vincitori. Dicevamo di Ford, Pitt e Phoenix (gli ultimi due recenti oscarizzati).

Con loro, almeno nel tweet di lancio, ci saranno Angela Bassett e Halle Barry (uscita da un po’ dai radar tout court), Zendaya e Laura Dern, Reese Whiterspoon e Bryan Cranston. Don Cheadle e l’ultimo trionfatore agli Oscar 2020, Bong Joon Ho. Ma ci saranno anche i felici ritorni di Rita Moreno (West Side Story); Marlee Matlin (premio Oscar come miglior attrice per Figli di un dio minore nel 1987) e della rediviva Bridget Jones, Renée Zellweger. L’Academy annuncia che le sorprese non finiscono ovviamente qui. Dato che ancora non si è capito bene quanto della serata si svolgerà “in presenza” dal Dolby Theatre, o in “streaming” da casa propria. I nomi appena pubblicati probabilmente appariranno in carne ed ossa a Los Angeles, mentre per i candidati si cercherà di tenere in piedi buoni collegamenti web per non far saltare la diretta. La notte degli Oscar 2021 è prevista per la sera e la notte del 25 aprile.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Non mi uccidere, l’horror splatter con Alice Pagani è una romantica lotta di sopravvivenza

next
Articolo Successivo

Il cinema Azzurro Scipioni a Roma salvato dalle banche: viviamo giorni strani, anzi stranissimi!

next