Scontri durante un comizio del partito di estrema destra Vox a Vallecas, storico quartiere operaio di sinistra di Madrid. La polizia, come riportano i media spagnoli, ha caricato contro i manifestanti scesi in piazza contro il comizio per tenerli lontani dai sostenitori del partito. Il comizio, organizzato nell’ambito della campagna elettorale in vista delle elezioni nella regione della capitale e autorizzato dalla Delegazione del Governo centrale a Madrid dopo che il comune della capitale aveva negato il permesso si è tenuto alla presenza del leader nazionale di Vox, Santiago Abascal, e la candidata nella regione, Rocío Monasterio.

Si sono registrati lanci d’oggetti e cariche da parte degli agenti. Almeno una parte dei manifestanti contrari a Vox sono stati poi dispersi, secondo le immagini della televisione pubblica spagnola. Al termine della manifestazione si sono registrati almeno due arresti e decine di feriti, tra cui diversi poliziotti.

Prima del comizio, le formazioni di centro-sinistra e sinistra che parteciperanno alle elezioni, il Partito Socialista, Más Madrid e Unidas Podemos, avevano diffuso una nota comune attraverso le loro delegazioni a Vallecas chiedendo agli abitanti del quartiere di “non cadere nelle provocazioni” di Vox.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

India, dalle ipotesi dell’immunità di gregge al boom dei contagi: mai così tanti da inizio pandemia. Ecco perché

next
Articolo Successivo

Sofa-gate, niente sedia per Ursula von der Leyen. Michel: “Immagine disastrosa”. Turchia: “Seguito protocollo”. Ue: “C’è stato un incidente”

next