Adam Kabobo ha ricevuto uno sconto di pena: da 28 anni è passato a 24. Il ghanese è in carcere dopo che nel maggio 2013 ha ucciso a Milano 3 persone con un piccone e ne ha ferite altre 2. Così come riportato dal Corriere della Sera, i giudici stabilirono da subito dopo il suo arresto che l’uomo fosse un soggetto socialmente pericoloso in quanto affetto da schizofrenia paranoide ma al momento della strage con capacità di intendere “non totalmente assente” e di volere “sufficientemente conservata”. Il 39enne è stato condannato a 36anni di reclusione, a cui è stato decurtato un terzo della pena grazie al rito abbreviato. Kabobo, dopo 8 anni nel carcere di Opera è ancora recluso in regime di 41bis. Quando sarà scarcerato, rimarrà 3 anni in regime di sicurezza in una casa di cura.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, i dati – 23.904 nuovi contagi con 351.221 tamponi. Tasso di positività sale al 6,8%. Altre 467 vittime

next
Articolo Successivo

Ricercatori di Stanford recuperano resti delle fiale e diffondono le formule dei vaccini Pfizer e Moderna

next