TARALLO E LA PRECISAZIONE SULLA POLIZZA DA 300 MILA EURO

Intanto l’avvocato Daria Pesce, legale del produttore Alberto Tarallo (per vent’anni compagno di Losito), ha fatto sapere che il suo assistito ha chiesto di essere ascoltato quanto prima in Procura, la quale avrebbe aperto un’inchiesta a seguito di una denuncia o un esposto di Giuseppe, fratello di Losito. «La pratica per diffamazione è passata per competenza a Roma e li denunceremo per calunnia (riferita a Morra e Del Vesco, ndr) nel caso in cui all’autorità giudiziaria dovessero riferire le stesse cose», spiega la legale. A proposito del contenzioso tra Tarallo e Giuseppe Losito per una polizza vita da 300 mila euro stipulata dallo sceneggiatore, la Pesce spiega invece a FanPage: «Esiste un contenzioso su una polizza di assicurazioni. Entrambi sono stati nominati beneficiari di una polizza e il contenzioso è stato presentato dalla Zurigo. Inizialmente, il beneficiario era il fratello di Losito, successivamente beneficiario è diventato Tarallo». Il produttore sostiene che attraverso una mail il compagno lo avesse reso beneficiario della polizza come risarcimento di un prestito che gli avrebbe concesso per problemi economici. A chi spetti l’indennizzo, lo stabilirà il tribunale.

INDIETRO

Ares Gate, i nuovi dettagli inediti sulla morte di Teodosio Losito: dal cadavere spostato e cremato al mistero dell’orologio e del rubino spariti

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Francia restituisce il quadro di Klimt trafugato dai nazisti alla famiglia ebraica austriaca vittima dell’Olocausto

next
Articolo Successivo

Gianni Morandi torna a scrivere: “È più dura del previsto”. Mihajlović: “Ti vogliamo bene”

next