I Drive Through milanesi in cui si fanno i tamponi diventano centri per la vaccinazione. Dopo una settimana “pilota”, da lunedì 15 marzo due delle otto linee del centro di via Novara realizzato dall’Esercito hanno iniziato a inoculare dosi di preparato Astrazeneca ai docenti. Nel pomeriggio, dopo la notizia dello stop in via precauzionale deciso dall’Aifa, in attesa di ulteriori decisioni da parte della Asst Santi Paolo e Carlo di Milano incaricata di gestire l’invio delle fiale è continuata la somministrazione dei vaccini già in loco.

Le prime 250 vaccinazioni sono state effettuate tra giovedì e venerdì, confermando la fattibilità del progetto. Il drive through da 2.000 metri quadri con parcheggio di 20.000 nei pressi di Parco Trenno dovrebbe arrivare a somministrare fino a 1.200 dosi al giorno già questa settimana per salire a 2mila a pieno regime. Le somministrazioni sono aperte dal lunedì al sabato, dalle 8.30 fino alle 17.30. Dall’accettazione alla somministrazione i tempi sono di 5 minuti senza scendere dall’auto, a cui se ne aggiungono altri 15 per l’attesa all’interno del parcheggio nel caso di eventuali reazioni avverse.

Nei prossimi giorni saranno montate altre due tensostrutture adibite solo alle vaccinazioni che si aggiungerebbero alle due inaugurate questa mattina. Il polo realizzato dall’Esercito Italiano in collaborazione con la Regione Lombardia, Agenzie di Tutela della Salute, Città Metropolitana, Comune di Milano, Protezione Civile e Azienda Socio Sanitaria Territoriale Santi Paolo e Carlo è attivo dallo scorso 13 novembre con una capacità di 800 tamponi al giorno. Sei aree per il momento continueranno ad essere utilizzate per l’attività di screening attraverso i tamponi molecolari.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Incendiato il portone d’ingresso dell’Istituto Superiore di Sanità: i responsabili in fuga – Video

next
Articolo Successivo

Astrazeneca, la moglie del docente morto a Biella: “Era felice di fare l’iniezione. Bisogna ancora crederci, anche se lui è deceduto”

next