Al via l’operazione Sardegna sicura per cercare di far rimanere la regione “bianca” il più a lungo possibile. Tre postazioni per accogliere i passeggeri in arrivo all’aeroporto di Cagliari-Elmas sono operative dall’8 marzo: si entra nella Regione solo con certificato di vaccinazione o di negatività alla mano per una rapida verifica oppure dopo aver effettuato un tampone nell’area dedicata. A gestire l’operazione gli operatori sanitari dell’Ats, in campo insieme alla protezione civile. “L’operazione Sardegna sicura ha un duplica obiettivo – spiega Vincenzo Serra della Direzione generale di Ats Sardegna – Da una parte vogliamo conservare il colore bianco intercettando eventuali positivi inconsapevoli e dall’altro vogliamo garantire un ambiente sicuro ai turisti che arriveranno a Pasqua o durante le prossime vacanze”. I primi a sottoporsi ai tamponi soddisfatti: “Tutto molto organizzato e rapido. È una cosa che andrebbe riproposta anche in altre regioni”, ha spiegato un passeggero.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccino Covid ai politici, il sindaco di Avola è convinto: “Un malato oncologico più a rischio di me? Lui può stare a casa”

next
Articolo Successivo

Ciccio e Tore, forzata la cappella dove sono sepolti i fratellini di Gravina. Il sindaco: “Gli sciacalli non sono mai sazi di dolore”

next