Dopo Liliana Segre, Roberto Benigni, Andrea Scanzi, Vauro, Maurizio De Giovanni, Sergio Staino, Vinicio Capossela, Bobo Rondelli, Cisco Bellotti e tanti altri anche Sandro Ruotolo aderisce alla campagna di sostegno alla proposta di legge di iniziativa popolare “Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a Fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti” promossa dal sindaco di Stazzema, Maurizio Verona. Il giornalista Sandro Ruotolo in un video legge le lettere dei condannati a morte della Resistenza insieme a Patrizio Trampetti, uno dei fondatori della Nuova compagnia di canto popolare. “Il mondo dell’associazionismo, dell’antifascismo, della cultura, del volontariato, si stanno mobilitando a sostegno della proposta di legge – commenta Maurizio Verona – oggi più che mai è importante impegnarsi tutti assieme contro il fascismo e contro questi simboli che continuano ad essere ovunque. Serve una legge e serve subito”. La canzone fa parte di un progetto più ampio che sarà pubblicato il 25 aprile, in occasione della Festa di Liberazione

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rai, ora basta ai finti stupri e ai cliché sessisti nelle fiction

next
Articolo Successivo

Vaccino Covid, la Lombardia ha oltre 300mila dosi in freezer ma non convoca anziani. L’sms: “Scusaci, la colpa è delle consegne ridotte”

next