Cinque persone sono morte e altre 480, tra cui anche diversi bambini, si sono ammalate dopo aver mangiato pollo contaminato da salmonella prodotto in Polonia. I casi di infezione sono stati registrati negli ultimi giorni in tutta la Gran Bretagna: delle almeno 480 persone infette, una su tre è in gravi condizioni ed è ricoverata in ospedale. A dare la notizia è la Bbc che spiega come il prodotto in questione siano le pepite di pollo fritto del marchio SFC, molto vendute nei supermercati britannici e ora ritirate dal mercato.

Nel dettaglio, la presenza di salmonella è stata accertata nelle pepite Take Home Boneless Bucket e Chicken Poppets di SFC, marchio che utilizza confezioni che richiamano quelle della nota catena di fast food KFC. I prodotti in questione sono venduti a basso prezzo in quasi tutte le grandi catene di supermercati britannici, come Sainsbury’s e Morrisons: la Food Standards Agency (FSA) ha emesso un avvertimento per la popolazione che dovesse aver acquistato i cibi in questione a evitare di consumarli. Non solo: la Bbc spiega come i lotti interessati dal ritiro del mercato sono collegati a una serie di altri prodotti simili venduti da Lidl, Aldi e Islanda, che sono stati richiamati già lo scorso ottobre proprio perché contaminati da salmonella.

Le autorità sanitarie britanniche hanno aperto un’inchiesta per chiarire quanto accaduto e ricostruire i movimenti di questa epidemia di salmonella: l’infezione è stata registrata come causa di morte in almeno uno dei 5 casi di decessi sospetti del focolaio, ma in ogni caso tutti e 5 i morti avevano subito un avvelenamento da salmonella dall’inizio dell’epidemia lo scorso gennaio. Circa il 44% delle vittime aveva 16 anni o meno. E ancora, la Public Health England ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli sull’età, il sesso o l’ubicazione di questo gruppo.

Secondo il Daily Mail, il pollo utilizzato per la fabbricazione di queste pepite impanate arriva da centri di produzione in Polonia, che già in passato erano stati associati a due ceppi di intossicazione alimentare sempre legati alla salmonella. Solo lo scorso anno diversi Paesi avevano già diramato quasi 100 avvertimenti relativi alla contaminazione da salmonella nella carne di pollo refrigerato e congelato in arrivo dalla Polonia.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mamma accende la lavatrice senza accorgersi che c’è il figlio dentro al cestello: “Un tragico incidente”

next
Articolo Successivo

Campionessa di pole dance si suicida a 27 anni: “Depressa perché con il lockdown non poteva più esibirsi”

next