“A rischiare 15 anni di galera sono io. Tutti pontificano, tutti chiacchierano, ma in aula bunker dove ci sono i processi di mafia c’è Matteo Salvini”. Il ritornello è sempre lo stesso e a pronunciarlo anche oggi è il segretario della Lega al termine dell’udienza per il caso Gregoretti. Salvini rischia un processo per sequestro di persona per avere trattenuto a bordo della nave della Guardia costiera 131 migranti nell’estate 2019. A comparire come testimoni, in una delle aule bunker del penitenziario Bicocca, a Catania, sono stati i ministri Luigi Di Maio e Lucia Lamorgese. Entrambi però hanno deciso di evitare ogni contatto con giornalisti e telecamere.

Davanti ai microfoni, al termine dell’udienza davanti il giudice Nunzio Sarpietro, si è invece presentato Salvini. Accanto a lui Giulia Bongiorno, pure lui ministra del primo governo Conte ma adesso legale del segretario del Carroccio. “Io oggi ho sentito una ricostruzione coerente e corretta dei fatti – spiega il senatore leghista -. Quello che facevamo lo facevamo insieme. Lo decidevamo insieme, lo festeggiavamo insieme”. “Non abbiamo chiamato mai altri a correi – aggiunge – nel senso che io non ho mai alzato il dito contro Conte, Di Maio, Lamorgese che non sono colpevoli neanche loro perché molto semplicemente riteniamo che non ci sia alcun reato. Tutti – ha concluso Salvini- attuavano le stesse politiche di governo”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Formia, disposti gli arresti domiciliari per il 17enne accusato dell’omicidio di Romeo Bondanese

next
Articolo Successivo

Caso Gregoretti, Lamorgese e Di Maio sentiti come testimoni dal gup. Salvini: “A rischiare 15 anni di galera sono io”

next