Era il 2018 quando Le Iene rivelarono quello che accadeva in un appartamento della bergamasca. E ora per G.S, di Seriate, è arrivata la condanna a 2 anni e 4 mesi per maltrattamento d’animale ed estorsione: il 58enne faceva prostituire il cane di un suo amico, un american staffordshire terrier. L’animale era la vittima degli incontri organizzati in casa, come stabilito dal giudice per l’udienza preliminare Federica Guarino. Come riporta il Corriere della Sera, a scoprire tutto era stato Luciano Silighini Garagnani, collaboratore della storico programma di ItaliaUno, nel 2018. Come? Fingendosi cliente. Da qui arriva anche la contestazione del reato di estorsione: G.S infatti, nonostante Silighini avesse dichiarato la sua identità mentre si trovava nell’appartamento, non aveva voluto farlo uscire se non dopo aver ricevuto 20 euro. Il cane è ora con il suo proprietario che ha detto di ignorare cosa ne facesse il suo amico quando glielo chiedeva in prestito.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cammina sul lago ghiacciato per disegnare un pene gigante: “Premio come idiota dell’anno”

next
Articolo Successivo

Isola dei Famosi, “salta la partecipazione di Amedeo Goria: lo stop dopo le visite mediche con il contratto già firmato”

next