Marito e moglie sono andati a fare la spesa insieme in un punto Conad di Rovigo e ne sono usciti con una multa da 400 euro. Il motivo? Essere entrati nel supermercato insieme senza rispettare l’alt della commessa. A raccontare l’episodio al quotidiano Il Gazzettino è l’uomo: “Arrivati all’ingresso, siamo stati fermati da una commessa che ci ha detto che solo uno di noi poteva entrare. Mi sono fatto da parte e ho fatto entrare mia moglie, ma poi mi sono accorto che avevo io in tasca il bancomat per pagare. Pochi minuti dopo ho visto arrivare gli agenti della polizia locale che, imbarazzatissimi, ci hanno fatto uscire sotto gli sguardi di tutti, come fossimo due delinquenti”. La multa ricevuta dal marito è di 400 euro, ma se pagata entro cinque giorni si riduce a 280. “Le leggi vanno rispettate, ma ero entrato solo da pochi minuti per portare il bancomat a mia moglie”, racconta. “Gli stessi agenti erano dispiaciuti, ci hanno detto che dovevano eseguire il loro dovere e che sono intervenuti a seguito di una segnalazione“.

La coppia di coniugi, fedeli clienti del supermercato, è amareggiata: “Arrivato a casa, ho chiamato la direzione del supermercato per esprimere il mio disappunto. Ho chiarito che avrebbero potuto invitarmi a uscire e sarei uscito senza fare resistenza. Ho sempre rispettato le regole e andiamo al Conad ogni settimana, un cliente fedele meriterebbe di essere trattato meglio”, spiega ancora l’uomo, “Io ho 70 anni, mia moglie qualcuno in meno. Soffre di tunnel carpale e ha bisogno di aiuto con le buste pesanti o con le confezioni dell’acqua. All’interno del supermercato c’erano anche altre coppie di clienti, non capisco perché solo a me. Ci pesa non solo la sanzione, ma soprattutto il forte imbarazzo provato in quei momenti”.

Immediata, la replica della direzione del Conad dell’area Tosi di Rovigo, che racconta la vicenda in modo diverso: “Se il problema fosse stato consegnare il bancomat, ci saremmo incaricati noi stessi di recapitarlo alla moglie e non sarebbe successo nulla. Inoltre, nel tempo trascorso tra l’ingresso e l’arrivo delle forze dell’ordine, avrebbe fatto in tempo a uscire mille volte. La commessa che era all’ingresso non ha potuto ignorare le lamentele degli altri clienti in attesa“. Nel rispetto delle normative anti-Covid, la capienza del supermercato è stata infatti ridotta a 75 persone, con la regola di far entrare una persona a nucleo familiare. “Quando arriva una coppia, abbiamo l’obbligo di fermarli e spesso le situazioni diventano difficili da gestire anche per noi”, spiegano ancora i responsabili del Conad, “Se qualcuno ha problemi fisici o di salute, ce lo dice e noi provvediamo ad aiutarlo con la massima cortesia. Alle forze dell’ordine abbiamo chiesto come dovevamo comportarci. Se la segnalazione fosse stata fatta dagli stessi clienti saremmo stati sanzionati a nostra volta”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Nuovo decreto anti-Covid, tutte le regole. Stop a spostamenti anche tra Regioni gialle fino al 15 febbraio. Prorogato lo stato d’emergenza

next