“Era tanto tempo che non ci capitava di discutere insieme”. Massimo D’Alema inizio così il suo intervento che ha concluso l’iniziativa di Italianieuropei su ‘Il cantiere della sinistra” con Nicola Zingaretti, Dario Franceschini e Matteo Renzi tra gli altri. Per D’Alema il governo giallorosso è una sperimentazione che andava fatta, “era giusto sperimentare la collaborazione tra la sinistra democratica e quella forza, i 5 stelle, che ha rappresentato una forma di populismo gentile cercando di accompagnarla nel governo. Era una scelta obbligata, il centrosinistra non poteva sottrarsi a questo compito perché si rafforza la democrazia”. “Io do un giudizio positivo, sono un sostenitore del governo però non basta, perché è del tutto evidente che si avverte il bisogno di un’azione politica che guadi oltre, che proponga una visione del futuro del Paese. C’è bisogno che torni a esserci una forza politica che, oltre l’emergenza abbia una narrazione, una visione”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Conte alla maggioranza: “Risultati in Ue non possono non favorire coesione”. E Franceschini: “Alleanza Pd-M5s è inesorabile”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Lamorgese: “Controlli? Sì, ma non ci può essere una militarizzazione della città. Serve equilibrio”

next