La neve non ha fermato la protesta degli studenti milanesi che questa mattina si sono ritrovati davanti all’Istituto Superiore Severi-Correnti per chiedere il ritorno in classe in presenza e in sicurezza. “Una volta quando nevicava volevamo stare a casa, oggi invece veniamo a studiare al freddo perché vogliamo tornare in classe”, racconta uno degli studenti tra una lezione e l’altra. “Occorre agire adesso investendo nei trasporti, in caso contrario a gennaio ci ritroveremo nella stessa situazione di settembre”. Una protesta trasversale che vede in prima linea, studenti, docenti e genitori riuniti nel Comitato Priorità alla Scuola che da settimane manifesta di fronte alle scuole milanesi. “La politica deve avere volontà e perizia per affrontare la questione – spiega il professore di storia e filosofia Alberto Locatelli che questa mattina ha fatto lezione all’aperto sfidando la neve – ma la percezione a volte è che non ci sia la volontà di cambiare. Senza la scuola non si costruisce un futuro e questo è un aspetto che manca nelle priorità della politica e della gente”.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Riaprire le scuole per me è una scelta illogica: ora ha la priorità un altro tipo di lezione

next
Articolo Successivo

Sulla disabilità i giovani sanno andare dritti al punto. Come questa studentessa

next