È nuda, la regina Sandra. Sulla cover di Flewid appare così: solo un lenzuolo bianco addosso e le gambe aperte. Sandra Milo, 87 anni, ha stupito tutti. La bellezza che non ha tempo né età ormai è un trend da diverse stagioni e sono molti i brand di moda che scelgono testimonial “over” per le loro campagne. Questa volta tocca alla musa di Fellini, attrice accanto a icone come Totò, Eduardo e Peppino De Filippo, Ugo Tognazzi. Lo scatto è di Chiara Meierhofer Muscarà. “Per Flewid rappresenta l’age diversity nell’industria del fashion e beauty tradizionalmente orientata ai giovani”, ha detto la direttrice Emi Marchioni che ha fortemente voluto Sandra.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sandra Milo (@sandramiloreal)

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Come avere una pelle perfetta anche in inverno: le cose da non fare e i trattamenti da fare in casa usando solo queste verdure

next
Articolo Successivo

Ellen Page fa coming out sui social: “Il mio nome è Elliot e sono transgender. Sono stato ispirato da tante persone trans, grazie per il vostro coraggio”

next