“Il Pergamon Museum è il trono di Satana, il centro della scena satanista globale e criminale del coronavirus“. Così diceva il 39enne Attila Hildmann, complottista ritenuto dalla polizia il responsabile di un attacco ad alcuni degli edifici dell’Isola dei Musei di Berlino, in Germania. A dare la notizia è il quotidiano tedesco Bild, citando Dlf e Die Zeit: almeno 70 le opere d’arte danneggiate. L’episodio si è verificato lo scorso tre ottobre ma la notizia si è appresa solo ora perché polizia e musei hanno voluto tenere il massimo riserbo.

Secondo quanto si apprende a esser stati colpiti sono stati il Pergamon Museum, il Neues Museum e l’Alte Nationalgalerie. Secondo Bild, i sospetti potrebbero cadere sul 39enne Attila Hildmann, ritenuto un complottista. Secondo le informazioni, l’uomo aveva più volte affermato che il Pergamon Museum ospitasse il “trono di Satana”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Attaccata da una mandria di mucche, 61enne muore davanti alla famiglia: “Scaraventata in aria come una bambola di pezza”

next
Articolo Successivo

Nuovo scandalo nel sottomarino militare: “Ufficiale si presenta ubriaco e con un cartoccio di pollo”

next