Non solo una pagina buia della storia mondiale, ma anche un’opportunità di rilancio. Il premier Giuseppe Conte, intervenuto all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, nel suo discorso parla principalmente del coronavirus. Il presidente del Consiglio, ricordando l’impegno dell’Italia per una risposta all’emergenza sanitaria multilaterale e inclusiva, coglie l’occasione per menzionare anche il “vaccino italiano”: “Sarà a disposizione di tutti i popoli, non può essere un lusso – sostiene Conte – Il nostro contributo sarà patrimonio collettivo”. E ricorda che la “tutela della salute” rischia in molte parti del mondo “di essere un lusso”. Poi il premier si rivolge direttamente al presidente dell’Onu e sottolinea: “Siamo consci della responsabilità che ricadrà nel nostro paese con il G20 – dice – Per questo crediamo che il prossimo G20 possa diventare un momento di rinascita collettiva”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili