“Diverse forze, dai valori opposti, si sono riunite sotto i vessili del No con l’unico scopo di colpire il governo e il sottoscritto, per questo abbiamo sentito il dovere di scendere nelle piazze e raccontare i motivi del sì. Qualcuno sperava nella vittoria del no perché in fondo sperava nella nostra sconfitta o in una mia sconfitta”, così il ministro degli esteri Luigi Di Maio, durante le dichiarazioni alla Camera dopo la vittoria del Sì al taglio dei parlamentari. “Qualcuno voleva il No per colpire anche il governo, ma è stato un boomerang”, ha continuato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Referendum 2020, Crimi dopo la vittoria del Sì: “Risultato storico, M5s è motore del cambiamento. Ora avanti con le riforme”

next
Articolo Successivo

Referendum, ora la Lega provoca: “Col taglio il Parlamento non voti nuovo capo dello Stato”. Il Pd: “Legittimità delle Camere rafforzata”

next