“Lo strumento del referendum è una espressione di democrazia. Permette alla gente di esprimersi su questioni importanti. Il richiamo che si fa sempre è di andare a votare”. L’appello a non disertare le urne in vista del referendum per il taglio dei parlamentari il 20 e 21 settembre è del segretario di Stato Vaticano, il cardinale Pietro Parolin. Salvo rivelare che lui stesso probabilmente non voterà: “Non credo, non so se tornerò a casa per votare, dovrei tornare in Veneto a casa mia”.

Ai margini di un evento organizzato all’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede, il cardinale lancia l’appello al voto ma senza esprimersi sul merito: “Non tocca a me dare un’indicazione sul voto ai cattolici. C’è già una grande polemica”, conclude il cardinale. “Se c’è una istanza è la Conferenza episcopale italiana, ma io non credo che potrà dare una indicazione precisa, si potrà come si fa di solito richiamarsi ai principi e ai valori e lasciare alle persone nella loro coscienza scendere nella pratica per un sì o per un no”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“La Costituzione è NOstra”, Rodotà: “Il tentativo di impadronirsi della Carta è fallito”

next
Articolo Successivo

Referendum, la campagna bifronte della destra: sì ma anche no. Votò per il taglio e ora fa campagna solo per far cadere il governo

next