Il Viminale ha pubblicato sul sito del servizio elettorale il facsimile della scheda per il referendum costituzionale confermativo del taglio dei parlamentari che si svolgerà il 20 e 21 settembre. Questo il testo del quesito: “Approvate il testo della legge costituzionale concernente ‘Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari’, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019?”.

I cittadini con diritto di voto potranno esprimersi barrando il o il no. Votando sì, quindi, l’elettore intenderà confermare la modifica del numero di parlamentari: i deputati diventeranno 400 rispetto agli attuali 630, i senatori da 315 diventeranno 200. Barrando il no, il cittadino intenderà respingere la modifica confermando l’attuale numero di rappresentanti alla Camera e al Senato.

Per il referendum costituzionale confermativo, a differenza del referendum abrogativo, non è previsto il raggiungimento di un quorum di validità: questo vuol dire che l’esito referendario è valido indipendentemente dalla percentuale di partecipazione degli elettori. Alle urne, stando all’ultima rilevazione condotta il 31 dicembre dello scorso anno, saranno chiamati 51.559.898 cittadini, di cui 4.616.344 all’estero, che hanno diritto di voto. Gli uomini sono 25.021.636, le donne 26.538.262.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legge elettorale e correttivi, segnali nella maggioranza prima del referendum: si sbloccano i lavori alla Camera

next
Articolo Successivo

Referendum, Cristallo: “Fronte del No in piazza il 12 settembre”. E su Zingaretti: “Posizione complessa, Pd ha votato tre volte No”

next