Accusa i suoi leader di avere utilizzato le risorse dell’associazione per scopi personali macchiandosi di gravi reati finanziari. Per questo la procuratrice generale di New York Letitia James ha avviato una causa legale contro la National Rifle Association (Nra) – che nel 2016 ha apertamente sostenuto la candidatura di Donald Trump e finanzia i Pac di molti repubblicani che siedono al Congresso – chiedendo lo scioglimento della lobby delle armi da fuoco, tra le più potenti negli Stati Uniti. Una decisione sulla quale è intervenuto il presidente in persona, che ha incoraggiato la Nra a spostare la sua sede in Texas. “Sarebbe un grande Stato per l’organizzazione”, ha detto ai cronisti alla Casa Bianca, facendo riferimento a uno degli Stati più pro-armi degli Usa. La Nra ha il suo quartier generale a Fairfax, Virginia, ad una trentina di chilometri dalla capitale, ed è registrata come non profit a New York, dove conduce gran parte delle sue transazioni finanziarie.

L’inchiesta – La procuratrice ha presentato la sua richiesta alla Corte statale di Manhattan al termine di 18 mesi di indagini. Negli ultimi anni contro il leader di lunga data dell’Nra, Wayne LaPierre, sono emerse accuse che spaziano dai soldi spesi per acconciature e trucco della moglie a 17 milioni di dollari di contratto per lui stesso. “L’influenza dell’Nra – si legge in una nota – è stata così potente che l’organizzazione è andata avanti per decenni senza controlli, mentre i suoi leader facevano finire nelle loro tasche milioni di dollari”. “L’Nra si è macchiata di frodi e abusi ed è per questo che oggi cerchiamo di scioglierla, perché nessuna associazione è al di sopra della legge”, sostiene la procuratrice democratica.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Beirut, una donna italiana tra le vittime dell’esplosione. Altri dieci connazionali feriti

next
Articolo Successivo

Beirut, una nave piena di debiti ed esplosivo diretta in Mozambico (dove non arrivò mai): la storia del cargo con il nitrato d’ammonio

next