Dopo l’ordinanza della Regione Trentino per l’abbattimento dell’orsa JJ4 – che due settimane fa ha aggredito e ferito due uomini, in Val di Non – molte associazioni ambientaliste e semplici cittadini hanno protestato, chiedendo di risparmiare l’animale. Una di queste è diventata virale sui social: in Puglia una casa vacanze ha affisso un cartello singolare: “Causa ordinanza di uccisione orso, qui non si affitta ai trentini”.

L’avviso, scritto con un pennarello verde, è comparso pochi giorni fa in via Manzoni a Campomarino di Maruggio, in provincia di Taranto. “Ci dispiace, ma bisogna pur fare qualcosa”, si giustificano i proprietari. La foto, pubblicata sulla pagina Facebook dell’associazione ‘Azzurro Ionio’, ha fatto il giro dei social suscitando diverse reazioni: da chi plaude alla presa di posizione a chi critica una ‘discriminazione’ nei confronti di tante persone che non hanno alcuna responsabilità nella vicenda, se non quella di abitare in provincia di Trento.

Pubblicato da Azzurro Ionio su Domenica 5 luglio 2020

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salvini contro Berlinguer e Barbano: “Mi sta dando del cretino, non lo può fare”

next
Articolo Successivo

La moda dell’estate 2020? Le scarpe della Lidl. Costano 13 euro ma in rete vengono rivendute a 190

next