“C’è una ne*ra di me*a che pensa di avere diritti. Ne*ra e donna. E, invece, donna e diritti non dovrebbero stare nella stessa frase. Un orangotango che mi ha denunciato per falsa testimonianza. Che però, forse è vero, un po’ di falso l’ho dichiarato perché ero fuso e ubriaco, ci sta. Però, per principio, non mi devi rompere il caz*o anche perché ‘you are black'”. Queste sono solo alcune delle frasi irripetibili pronunciate da un giovane calciatore del Monregale, Marco Rossi, che in un video pubblicato sui social (e diventato virale in queste ore) rivolge una serie di insulti razzisti e sessisti nei confronti di una donna che, a suo dire, avrebbe “osato lamentarsi” e denunciarlo per presunti danni alla sua auto.

Il giovane, che gioca nella seconda categoria piemontese, in alcune storie su Instagram le rivolge parole vergognose, accompagnate anche da bestemmie, senza chiarire i contorni della vicenda. A denunciare i fatti, pubblicando i filmati, è stata la pagina Facebook “Abolizione del suffragio universale”: subito sui social è scoppiata la polemica, con anche diversi vip che sono intervenuti sulla questione. La cantante Emma Marrone ha ricondiviso su Twitter il video definendolo “abominevole, il picco massimo dell’ignoranza, il degrado” mentre Paola Turci ha bollato il ragazzo come “incapace di intendere e di volere”.

Il Monregale Calcio, la squadra in cui è tesserato Marco Rossi, ha subito preso le distanze dalle sue parole: “Condanniamo fortemente quelle parole, pesanti, razziste e sessiste. E ne prendiamo le distanze. Non possiamo dire, però, se abbiamo sospeso il ragazzo, la situazione non è semplice. Le confermo solo che abbiamo preso un legale per tutelare la nostra immagine”, ha detto a Open Roberto Formento, segretario della squadra. “Abbiamo allontanato il calciatore? Non posso dirlo. Per il momento siamo fermi, nessuno si allena. Quando sarà il momento delle convocazioni, lo vedrete”, ha aggiunto riferendosi alle polemiche legate al fatto che in molti si sono chiesti come mai il giovane non fosse stato ancora espulso ufficialmente dalla squadra.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Melania Trump, la sua ex consigliera è pronta a pubblicare una biografia “esplosiva” della First Lady: la Casa Bianca trema

next
Articolo Successivo

Morto Sebastian Athie, addio alla star di Disney Channel: aveva 24 anni, è giallo sulle cause della morte

next