“Il tentativo che sta facendo qualcuno di aumentare i prezzi dei biglietti per risolvere il problema mi pare abbastanza scellerato. Si dà un’idea elitaria del teatro. Ed è sbagliato”. A dirlo è il maestro Nicola Piovani, intervenuto alla presentazione della stagione “Inda 2020 per voci sole” al Mibact, insieme al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini. Il riferimento di Piovani è principalmente diretto al teatro lirico e ai concerti sinfonici. “La cultura dello spettacolo deve essere un bene pubblico civile”, ha concluso il maestro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il Cirque du Soleil è in bancarotta mentre ripartono i circhi con gli animali: non riesco a non scandalizzarmi

next
Articolo Successivo

Premio Strega 2020, vince Il Colibrì di Sandro Veronesi: uno storico bis per lo scrittore che straccia così Gianrico Carofiglio

next