di Monica Di Sisto

Caro Ministro Luigi Di Maio,

è il momento di dimostrare se l’Italia è dalla parte del futuro, quello dei suoi cittadini e del pianeta oppure no. Oggi, con il dossier Pianeta Svenduto e una lettera firmata da 265 organizzazioni europee e latinoamericane chiediamo ai nostri governi, e quindi anche a lei, di fare la cosa giusta.

Di mettere i diritti della terra, dell’Amazzonia, dei popoli indigeni che la proteggono, i nostri diritti alla salute e alla giustizia climatica, prima di vecchi interessi che hanno determinato la crisi ambientale e la pandemia che si sono abbattute su di noi. Con la Campagna #StopEuMercosur le chiediamo di fermare uno dei trattati di liberalizzazione commerciale più tossici mai negoziati dall’Ue: quello con Brasile, Argentina, Paraguay e Uruguay.

Abbiamo visto il suo Piano per l’export, negoziato – purtroppo – solo con la parte datoriale: fa tutto quello che può per sostenere le nostre imprese a continuare a operare. Ma non fermare questo trattato, per facilitare le esportazioni dell’automotive Eu, significa autorizzare l’agrobusiness argentino e brasiliano a invadere il mercato europeo con centinaia di migliaia di tonnellate di carne, soia, biocarburanti e altri prodotti agricoli, tra cui Ogm e prodotti trattati con pesticidi spesso vietati che porterebbero, al netto della soia, a un incremento di circa 8,7 milioni di tonnellate di gas climalteranti l’anno rispetto ai livelli di emissione pre-Covid.

Tutte produzioni ricavate in gran parte dalla deforestazione dell’Amazzonia, che con l’abbattimento di regole e controlli potranno entrare nei nostri mercati a prezzi così bassi, spesso contraffacendo le eccellenze nazionali, da colpire duramente il settore agricolo nazionale e continentale, come le hanno spiegato anche di recente le principali organizzazioni di settore, Coldiretti e Cia e i sindacati di settore come Flai Cgil.

Inoltre, nell’area amazzonica come nelle aree rurali del Brasile, gli attacchi alle persone che difendono i loro territori o le risorse naturali e gli agguati contro leader della comunità, contadini e attivisti sono in aumento.

In una fase in cui proteggere la nostra sicurezza alimentare si dimostra dirimente, l’ammorbidimento di controlli e ispezioni è una delle leve introdotte per facilitare gli scambi. Eppure il manzo refrigerato e il pollame dal Brasile si sono classificati, per i casi di Escherichia Coli-Shigatoxin, nella top ten dei cibi più pericolosi del 2018 secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Rassf. E ancora, in Brasile dall’inizio dell’anno sono stati approvati ulteriori 211 pesticidi molti dei quali sono vietati in Europa e nei controlli.

Infine, la Commissione Europea ha ignorato il suo obbligo legale di garantire che l’accordo commerciale con i Paesi del Mercosur non porterà a violazioni sociali, economiche, degrado ambientale e violazioni dei diritti umani, e per questo è stata oggetto di un ricorso da parte di 5 organizzazioni europee attualmente all’attenzione dell’Ombusman Ue.

Come chiesto anche dai giovani dei Fridays for future insieme alla campagna Ritorno al futuro e a larga parte della società civile italiana, le chiediamo di sostenere una moratoria e un ripensamento degli accordi commerciali in essere e in fase negoziale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Monsanto, Bayer patteggia sul glifosato: ora l’Europa non può più far finta di niente

next