Stavano passeggiando lungo il muro di un ex edificio industriale ristrutturato, tutti insieme, 73 metri di cornicione si sono staccati crollando loro addosso. Così hanno perso la vita una donna di 38 anni, Fouzia Taoufiq, e i suoi due bambini piccoli, tutti di origine marocchina, ad Albizzate, in provincia di Varese. Secondo una prima ricostruzione fornita dall’Azienda Regionale di Emergenza Urgenza (Areu), intervenuta sul posto insieme a Vigili del Fuoco, sanitari del 118 e Carabinieri, quando i pompieri sono riusciti a estrarre dalle macerie la mamma e il figlio maschio di 5 anni, Soulaymane Hannach, che era in sella alla sua bici, questi erano già morti. La piccola di 15 mesi, invece, versava in condizioni molto gravi ma era ancora viva, mentre un terzo fratellino di 9 anni, anche lui a bordo della sua bicicletta a distanza di pochi metri, è rimasto illeso.

Così la bimba è stata caricata velocemente sull’elicottero per le emergenze ed è partita la corsa verso l’ospedale di Gallarate, dove è arrivata dopo essere già finita in arresto cardiaco. I medici della struttura hanno provato le procedure di rianimazione, nel tentativo di salvarla, ma poco dopo il suo arrivo anche lei è deceduta.

Il terzo bimbo, sotto choc dopo aver assistito all’accaduto, è rimasto con il padre 40enne, anche lui presente ma dall’altra parte della strada al momento del crollo, e anche lui è stato trasportato all’ospedale di Gallarate per precauzione. “Piangeva e voleva la mamma. Ho cercato di calmarlo”, ha raccontato una dipendente del supermercato vicino che ha soccorso il bambino. “Siamo usciti subito dal supermercato. È stata come un’esplosione“. Tra le persone colpite dalle macerie staccatesi dall’edificio c’è anche un’altra donna, che ha però riportato solo delle contusioni ed è stata trasferita all’ospedale di Varese.

L’allarme è scattato intorno alle 17.30, quando i pompieri e i sanitari del 118 sono stati chiamati per un intervento nella comunità del Varesotto. La porzione di tetto è crollata da un ex edificio industriale ristrutturato che oggi ospita alcune attività commerciali, tra cui una pizzeria. La struttura si trova in via Marconi, di fronte a un supermercato, non distante dal centro di Albizzate, un centro di poco più di 5mila abitanti. Sul posto sono arrivati anche mezzi specializzati, come un’autogru, e il funzionario di guardia, per le prime indagini sul crollo: i pompieri stanno provvedendo alla messa in sicurezza dello stabile. Sul posto è presente anche una squadra di operatori con cani da ricerca.

Tra le prime ipotesi degli esperti sui motivi del crollo c’è quella di un cedimento strutturale, nonostante il blocco di cemento che formava il cornicione fosse, all’apparenza, molto resistente. Per precauzione è stato evacuato anche l’edificio di fronte con all’interno un supermercato e un bar.

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha inviato ai familiari il suo messaggio di cordoglio: “Con immenso dolore apprendo dell’incidente avvenuto ad Albizzate – ha dichiarato – Esprimo il mio dolore e quello di tutti i lombardi unendomi in preghiera”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, i dati: i nuovi contagi sono 190. Tornano ad aumentare le vittime: 30 in 24 ore. Trento sbaglia i calcoli: ha 61 morti in meno

next
Articolo Successivo

Varese, crolla un cornicione di 73 metri ad Albizzate e muoiono mamma e due figli: i vigili del fuoco al lavoro. Il video

next